FORMULA 1

Max Verstappen e i giovani d'oggi: a tutto gas verso il Mondiale

Le restrizioni legate alla pandemia non preoccupano Max Verstappen che si gode la vita... casalinga in attesa del Mondiale da ventitré appuntamenti (forse...)

di
  • A
  • A
  • A

Si prepara ad affrontare una nuova stagione da... unica vera alternativa allo strapotere Mercedes ma intanto Max Verstappen tiene un atteggiamento "rilassato" sulla pandemia e riflette su queste settimane in lockdown che separano lui ed i suoi colleghi dal ritorno in pista - tra poco meno di due mesi in Bahrain - per l'unica sessione di test invernali (praticamente primaverili, visto timing e location) ed il successivo GP inaugurale, sempre sulla pista di Sakhir, "porto sicuro" del Mondiale già dallo scorso autunno...!

Vincere l'ultimo Gran Premio della stagione ha sempre - da sempre - il suo perchè...

Perché, ad esempio, è un successo che rimane "imbattuto" per due o tre mesi e regala a chi lo ha riportato un sorta di marcia in più in vista della ripresa delle ostitilità. Insomma, sono state vacanze doppiamente remunerative e spensierate, quelle che che Max ha trascorso in Brasile a cavallo tra il 202o e l'anno nuovo. In compagnia di Kelly Piquet (figlia del tre volte campione del mondo Nelson ed "ex" del collega Daniil Kvyat) , il 23enne olandese ha potuto cullarsi sul ricordo della netta vittoria di poco più di un mese fa ad Abu Dhabi, davanti alle due Mercedes di Bottas ed Hamilton. Ora però è tempo di prepararsi ad una nuova stagione, da affrontare con la consapevolezza che la Mercedes del prossimo GP del Bahrain sarà ben più "cattiva" di quella che lo ha inseguito senza troppa convinzione tra le curve senz'anima di Yas Marina (dove non c'era più nulla da vincere e neanche da perdere), che la partnership con la Honda è agli sgoccioli (con le evidenti controindicazioni del caso) e che la Ferrari non può permettersi un bis del mediocre 2020.  In attesa di calarsi di nuovo nell'abitacolo della sua Red Bull, Max prosegue il periodo di "decompressione", mantenendo un atteggiamento piuttosto fatalista su lockdown e  pandemia, senza per questo abbassare la guardia.

"I miei amici ed io ci sottoponiamo regolarmente al tampone. Poi, se capita... capita. Sembra che le persone giovani siano meno soggette al virus. Io non me la vado a cercare e tengo un atteggiamento rilassato. Naturalmente bisogna stare attenti ed avere cura di sé stessi, ma nella vita non puoi avere tutto sotto controllo Vedo meno la mia famiglia, d'accordo, ma ci sono i social, c'è la tecnologia che ci permette di rimanere in contatto. Insomma, non lo vedo come un problema".

Nemmeno le restrizioni alla socialità preoccupano Max, appassionato di videogiochi ed abituato ad allenarsi (ed a gareggiare) al simulatore.

"Se ti piace praticare tutto il tempo attività 'outdoor' e vedere gente ogni giorno, beh... allora sì, può essere dura... Io però sono felice di starmene un po' tranquillo e rilassarmi, visto che poi quando inizia la stagione dei GP siamo sempre via. Quindi l'anno scorso per me non è andata così male. Mi piace stare un po' a casa, più a lungo del solito, a scoprire casa propria"!

 

  

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments