UOMO E NATURA

Le torri del vento: i climatizzatori naturali dell'antica Persia

Una soluzione 100% sostenibile che arriva dal passato e guarda al futuro

  • A
  • A
  • A

Non sono il set di una saga fantasy né l’ultima trovata hi-tech. Le Torri del Vento raccontano una storia antichissima: quella che lega l’uomo alle risorse della natura. Siamo in Medio Oriente, nei territori dell’antica Persia. Qui sin dal X secolo a.C. la popolazione ha fatto ricorso ad alcuni stratagemmi per difendersi dalle alte temperature sfruttando unicamente la forza del vento.

Le Torri del Vento sono dei veri prototipi di aria condizionata. Strutture simili a camini, con una pianta rettangolare e delle aperture sul lato superiore che permettono al vento di confluire in specifici condotti e che generano aria fresca nei locali spingendo all’esterno quella calda. La magia si ottiene grazie alla differenza di pressione tra le zone in cui soffia il vento e quelle sottostanti.

Un sofisticato sistema di raffreddamento passivo che oggi torna ad affascinare. L’obiettivo dei progettisti moderni è quello di replicare il funzionamento di questi edifici, riadattandolo con tecniche più innovative.

Alcuni progetti hanno già preso vita. Nel centro visitatori dello Zion National Park negli Stati Uniti due torri sono state preferite ai classici condizionatori mentre lo stadio di cricket Kensington Oval delle Barbados ha una struttura aereodinamica che permette di sfruttare il vento per raffreddare l’intero palazzetto. Aria fresca a costo zero.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments