E-PLANET

Gli inglesi muovono il Paese verso la mobilità elettrica

Adottati una serie di investimenti milionari per agevolare e incentivare il processo di transizione

  • A
  • A
  • A

Dal Regno Unito arriva un’accelerazione verso il mondo elettrico. L’Office for Low Emission Vehicles, infatti, commissionato dal Governo, ha stilato un rapporto in cui sono riportate una serie di raccomandazioni per agevolare la nuova mobilità da attuare il prima possibile per far sì che sempre più inglesi adottino un veicolo a zero emissioni.
I finanziamenti per andare in questa direzione sono già stati stanziati e si tratta di dodici milioni di sterline per ricerca e sviluppo.
Pare dunque che gli inglesi facciano sul serio, con un piano a lungo termine strutturato e strategico per trainare il passaggio a una guida più ecologica e sostenibile.
 

Alcune delle raccomandazioni nel rapporto riguardano, ad esempio, l’installazione di punti di ricarica in siti popolari come supermercati e siti turistici e una specifica segnaletica per mettere bene in evidenza i parcheggi attrezzati per i veicoli elettrici.
E’ stato anche lanciato un progetto pilota da 9,3 milioni di sterline gestito da Highways England, l’ente dedicato alle autostrade britanniche, che permetterà alle varie aziende del Paese di provare gratuitamente i veicoli elettrici prima di acquistarli. “Siamo lieti di collaborare con i comuni di tutto il paese per incoraggiare le aziende a passare all’elettrico – spiega l’amministratore delegato di Highways England, Jim O’Sullivan – e ci aspettiamo che molti altri inizieranno a utilizzare veicoli elettrici quando vedranno i risparmi possibili”. 

Il ministro delle Imprese e dell’Industria, Nadhim Zahawi, ha infine sottolineato come “dagli investimenti multimilionari in punti di ricarica per veicoli elettrici alla consulenza sulla cessazione della vendita di auto e furgoni nuovi a benzina e diesel ci stiamo assicurando che il futuro del trasporto nel Regno Unito sia green”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments