MILAN-CAGLIARI 3-0

Serie A, Milan-Cagliari 3-0: i rossoneri chiudono in bellezza

Nell'ultima giornata di campionato, gli uomini di Pioli piegano i rossoblù e centrano il 12esimo risultato utile consecutivo. lo svedese sbaglia anche un rigore

  • A
  • A
  • A

Nella 38esima giornata di Serie A, il Milan chiude il suo cammino con una vittoria: un autogol di Klavan, insieme alle reti di Ibrahimovic (che sbaglia anche un rigore) e Castillejo, decidono il match contro il Cagliari, che termina 3-0. Si tratta del 12esimo risultato utile consecutivo per i rossoneri, sesti con 66 punti: un piazzamento che consente loro di qualificarsi per l'Europa League. Nulla cambia per il Cagliari, salvo ancor prima dell'incontro.

LA PARTITA
Dodicesimo risultato utile consecutivo per il Milan: nell'ultima di campionato, i rossoneri ottengono un buon successo sul Cagliari e chiudono la stagione a 66 punti. Il match contro gli isolani è l'ultimo tassello di una stagione che ha visto il Diavolo partire a rilento, per poi rimontare posizioni dopo la sosta invernale. Una scalata possibile grazie, soprattutto, ai dodici risultati utili consecutivi inanellati nelle passate dodici gare, ultimo quello contro gli uomini di Zenga. Un incontro che inizia in discesa per i meneghini, grazie all'autorete di Klavan al 10': Leao riceve infatti in area da Calhanoglu, calcia rasoterra e prende il palo lontano; la palla rimbalza quindi sul rossoblù e finisce in rete. Dopo l'1-0, il Milan ha un paio di occasioni, ma il portiere del Cagliari disinnesca Ibrahimovic e la traversa ferma Leao. Proprio lo svedese, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe vicino al rinnovo con il Milan. Il Cagliari si fa pericoloso sul finale del primo tempo, ma Kjaer e un errore di Pereiro in conclusione salvano i rossoneri. Milanesi che potrebbero raddoppiare al 43', quando Walukiewicz commette fallo di mano nella sua area; è rigore e batte Ibrahimovic, ma il solito Cragno para il debole rasoterra dello svedese.

Nella ripresa, il Milan fa il diavolo a quattro: al 55' Ibrahimovic si sblocca e di destro raddoppia su assist di Castillejo, mentre al 57' lo stesso spagnolo riceva da Bonaventura, si gira in area e cala il tris di sinistro. L'incontro si può dire concluso, quindi i due allenatori hanno modo di far esordire alcuni giovani: Pioli inserisce il capitano della Primavera, Brescianini, classe 2000 di Calcinate, in provincia di Bergamo; Zenga lascia invece spazio a Marigosu, cagliaritano nato nel 2001. A fine gara il primo festeggia a soli 20 anni la qualificazione per l'Europa League, mentre il secondo vede la sua squadra raggiungere la salvezza al termine di una stagione partita bene e finita in calando. 

LE PAGELLE

Castillejo 6,5 - Uomo assist prezioso per la squadra di Pioli, dimostra di avere anche un discreto fiuto per il gol, che non guasta.

Leao 7 - Gioca solo per 38 minuti, ma si dimostra una delle pedine essenziali per il Milan; suo il tiro che, sporcato da Klavan, porta i rossoneri in vantaggio. 

Ibrahimovic 6,5 - Sbaglia un rigore e una ghiotta occasione nel primo tempo, ma si rifà nella ripresa.

Cragno 7 - Prende tre gol, ma nessuno per colpa sua. Anzi, in più di un'occasione salva la porta del Cagliari.

Klavan 5 - Al di là dell'autorete che ha sbloccato l'incontro, il difensore del Cagliari fatica per tutta la durata dell'incontro in fase di copertura.

Walukiewicz 4,5 - Come il compagno, non riesce a contenere le punte rossonere e, anzi, è spesso in difficoltà. Soprattutto in occasione degli ultimi due gol del Milan.

IL TABELLINO
MILAN-CAGLIARI 3-0

Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma 6, Calabria 6, Kjaer 6,5 (34' st Duarte sv), Gabbia 6,5, Hernandez 6,5, Bennacer 6,5 (21' st Brescianini 6), Kessié 6,5, Castillejo 6,5 (20' st Maldini 6), Calhanoglu 6 (20' st Saelemaekers 6), Leao 7 (38' pt Bonaventura 7), Ibrahimovic 6,5. A disp.: A. Donnarumma, Begovic, Biglia, Paqueta, Laxalt, Torrasi, Maldini, Colombo. All.: Pioli 7.
Cagliari (3-5-1-1): Cragno 7, Walukiewicz 4,5, Ceppitelli 5 (17' st Carboni 6), Klavan 5 (17' st Ladinetti 6), Ionita 5,5 (34' st Marigosu sv), Nandez 6,5, Faragò 5,5, Mattiello 5, Lykogiannis 5,5 (45' st Pavoletti sv), Simeone 5, Pereiro 5,5 (17' st Paloschi 6). A disp.: Ciocci, Rafael, Pisacane, Lombardi, Birsa, Del Pupo, Gagliano. All.: Zenga 5
Arbitro: Serra
Marcatori: 10' pt aut. Klavan (C), 10' st Ibrahimovic (M), 12' st  Castillejo (M)
Ammoniti: Pereiro (C), Faragò (C), Cragno (C),  Saelemaekers (M)

Note: al 43' pt Cragno (C) para un rigore a Ibrahimovic (M)

 

LE STATISTICHE
Zlatan Ibrahimovic è il giocatore più anziano (38 anni e 302 giorni) nella storia della Serie A a girone unico ad aver raggiunto la doppia cifra di gol in una singola stagione.

Il Milan è rimasto imbatutto per tutte le ultime 12 gare di Serie A in un singolo campionato per la prima volta dalla stagione 1991/92.

Il Milan è la squadra che ha segnato più reti (35) nei top-5 campionati europei dopo la sosta forzata.

Solo il Real Madrid (31) ha conquistato più punti del Milan (30) nei top-5 campionati europei dopo il lockdown.

Il Milan ha trovato il gol per almeno 20 partite consecutive in un singolo campionato per la prima volta dalla stagione 2008/09 (22 in quel caso).

Questa è solamente la quinta stagione nella storia del Milan in Serie A in cui i rossoneri hanno trovato il gol per almeno 20 gare di fila (dopo il 1948/49, 1991/92, 2003/04 e 2008/09).

Il Milan ha stabilito il suo record di successi interni consecutivi contro un singolo avversario in Serie A: 15 contro il Cagliari.

Zlatan Ibrahimovic aveva segnato gli ultimi 15 rigori tentati in Serie A, l'ultimo errore dal dischetto dello svedese risaliva al primo calciato con i rossoneri contro il Cesena a settembre 2010.

L'ultimo errore dal dischetto di Ibrahimovic nei top-5 campionati europei risaliva a marzo 2017 contro il Bournemouth in Premier League.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments