LAZIO-ROMA 3-2

Serie A, Lazio-Roma 3-2: Sarri batte Mourinho nel derby

Milinkovic-Savic, Pedro e Felipe Anderson le firme sulla stracittadina, Ibanez e Veretout per i giallorossi

  • A
  • A
  • A

La Lazio ha vinto il derby battendo 3-2 la Roma all'Olimpico in una partita ricca di emozioni. Il dominio della squadra di Sarri nei primi venti minuti ha portato alle reti di Milinkovic-Savic al 10' e dell'ex Pedro al 19', ma Ibanez ha accorciato le distanze di testa al 41'. Nella ripresa Felipe Anderson al 63' ha infilato il tris in contropiede su assist di Immobile, rendendo di fatto inutile la rete su rigore di Veretout cinque minuti dopo.

LA PARTITA

Una partita entusiasmante, ricca di agonismo e grinta da ambo le parti e una cornice di pubblico degna dei migliori derby di Roma. La Lazio di Sarri ha battuto 3-2 la Roma di Mourinho giocando una partita gagliarda, dominando la contesa nei primi venti minuti e gettando le basi per la conquista dei tre punti, difesi nella ripresa dagli assalti giallorossi. Alternando la difesa bassa per sfruttare gli spazi alle spalle della difesa della Roma a fasi di pressione alta, i biancocelesti hanno battuto tre volte Rui Patricio andando più volte vicino al poker piuttosto che subire la rimonta avversaria.

L'adrenalina per la sfida ha sopperito a delle difficoltà fisiche evidenti per entrambe le squadre, ma l'approccio alla gara della Lazio è stato praticamente perfetto. Dopo dieci minuti è arrivato l'episodio che ha sbloccato il match con l'assist perfetto di Felipe Anderson a premiare l'inserimento tra i centrali della Roma di Milinkovic-Savic, bravo e coraggioso ad anticipare Rui Patricio in uscita subendo anche un duro colpo al volto. Non solo, una volta in vantaggio la Lazio ha saputo attirare i giallorossi - a ritmo piuttosto lento - nella propria rete, colpendoli con un'altra ripartenza al 20' orchestrata da Immobile in profondità e sublimata dal destro di prima intenzione dell'ex di giornata Pedro all'angolino. Col doppio vantaggio la squadra di Sarri ha rifiatato lasciando campo alla Roma, ma la pericolosità per la squadra di Mourinho è arrivata tutta da situazioni di corner: prima Cristante ha sfiorato il gol anticipando tutti, poi Zaniolo ha colpito un palo clamoroso da pochi passi e infine, al terzo tentativo, Ibanez ha accorciato le distanze di testa.

Nella ripresa il copione non è cambiato seppur recitato a una velocità più contenuta. Col pallino del gioco in mano alla Roma, la Lazio ha provato a sfruttare il campo aperto con delle ripartenze ficcanti. Immobile ha sfiorato il gol al volo dopo pochi minuti su sponda di Milinkovic-Savic, con lo stesso attaccante che poco dopo ha provato senza successo un tiro a giro sul secondo palo. Al 63' però la punta della nazionale è scappata via a Mancini per l'ennesima volta in profondità su assist di Luis Alberto e una volta davanti a Rui Patricio ha avuto la lucidità di servire a Felipe Anderson l'assist per il 3-1. Sotto di due gol è stato Zaniolo a prendere emotivamente in mano la Roma dando una scossa tutta di nervi in campo e conquistandosi il rigore poi trasformato da Veretout, ma facendo anche volare Reina poco dopo con un'azione potente e precisa. Mkhitaryan e Shomurodov poi hanno impensierito lo spagnolo, ma senza centrare il jackpot che è finito tra le mani di Sarri.

--
LE PAGELLE

Pedro 7 - Scrive la storia del derby diventando il terzo giocatore a segnare con entrambe le maglie. La sua partita trasuda voglia di rivincita sul recente passato e capacità di incidere in attacco, ma anche con grande sacrificio in fase difensiva.

Felipe Anderson 7,5 - Illumina con i suoi strappi e le sue giocate la sfida, sbloccandola grazie a un assist al bacio per il vantaggio di Milinkovic-Savic. Nella ripresa prende volentieri il regalino di Immobile per segnare in prima persona.

Immobile 7,5 - Due assist sono la sua firma nel match. In profondità è imprendibile, ma per una volta preferisce servire i compagni piuttosto che concludere in prima persona e il risultato è decisivo.

Abraham 5 - Circondato dalle maglie avversarie passa una serata difficile, ma anche con un atteggiamento sconsolato fin dai primi minuti che non aiuta. Non la prende praticamente mai.

Mancini 4,5 - Gara difficile passata spesso a inseguire l'avversario in campo aperto senza quasi mai riuscire a prenderlo. Mostra dei limiti in questo tipo di situazioni e dalle sue parti la Lazio sfonda troppo facilmente.

Zaniolo 6,5 - Confusionario e poco preciso, ma sicuramente è l'anima della Roma. Sue le scosse emotive e tecniche in campo che tengono in gioco i giallorossi, colpendo un palo nel primo tempo e conquistandosi un rigore nella ripresa.

--
IL TABELLINO

LAZIO-ROMA 3-2
Lazio (4-3-3):
Reina 6,5; Marusic 6, Luiz Felipe 6,5, Acerbi 6, Hysaj 6; Milinkovic-Savic 6,5, Leiva 5,5 (15' st Cataldi 6), Luis Alberto 6,5 (21' st Akpa Akpro 5,5); Anderson 7,5, Immobile 7,5 (44' st Muriqi sv), Pedro 7. A disp.: Strakosha, Adamonis, Lazzari, Patric, Akpa Akpro, Moro, Radu, Basic, Escalante, Romero. All.: Sarri 6,5.
Roma (4-2-3-1): Rui Patricio 5; Karsdorp 6 (37' st Zalewski sv), Mancini 4,5, Ibanez 6,5, Vina 5,5 (37' st Smalling sv); Cristante 6, Veretotut 6,5; Zaniolo 6,5 (31' st Perez 6), Mkhitaryan 5,5, El Shaarawy 5 (19' st Shomurodov 6); Abraham 5. A disp.: Fuzato, Boer, Kumbulla, Calafiori, Reynolds, Diawara, Villar, Darboe, Mayoral. All.: Mourinho 5,5.
Arbitro: Guida
Marcatori: 10' Milinkovic-Savic (L), 19' Pedro (L), 41' Ibanez (R), 18' st Anderson (L), 24' st rig. Veretout (R)
Ammoniti: Leiva, Cataldi (L); Rui Patricio, Cristante, Vina, Veretout (R)
Espulsi: nessuno
--

LE STATISTICHE DI OPTA

•    José Mourinho é il primo allenatore della Roma a perdere il suo primo derby di Serie A sulla panchina giallorossa da Luis Enrique nel 2011.
•    La Lazio ha vinto tre degli ultimi derby di Serie A contro la Roma, segnando tre gol in ognuna di queste vittorie (2N, 1P).
•    Pedro diventa il terzo giocatore nella storia a segnare in un derby tra Roma e Lazio in Serie A con entrambe le maglie, dopo Arne Selmonsson e Aleksandar Kolarov.
•    Questa é solo la seconda volta in Serie A in cui Ciro Immobile fornisce piú di un assist nello stesso match (la precedente contro il Benevento, 3 assist, nell'ottobre 2017).
•    La Lazio ha subito almeno un gol in ognuna delle prime sei partite di un campionato di Serie A per la prima volta dalla stagione 1992/93 (con Zoff in panchina).
•    Era dal novembre 2012 che il derby di Roma non vedeva almeno tre gol nel corso del primo tempo in Serie A.
•    Prima di Roger Ibanez, l'ultimo giocatore della Roma a trovare il suo primo gol in Serie A in un derby della Capitale era stato Mapou Yanga-Mbiwa nel maggio 2015.
•    Era dalla stagione 1992/93 che la Lazio non segnava almeno 15 gol nelle prime 6 partite di campionato.
•    Sei legni colpiti fin qui dalla Roma, piú che qualsiasi altra squadra in questa Serie A.
•    Era da aprile 2009 (Pandev e Zarate nei primi 4 minuti) che la Lazio non segnava almeno 2 gol nei primi 20 minuti in un derby di Roma in Serie A.
•    Gli unici 3 centrocampisti con giá almeno 2 gol segnati e 2 assist forniti in questo campionato sono Jordan Veretout, Sergej Milinkovic-Savic e Antonio Candreva.
•    La Lazio diventa oggi la squadra contro cui Jordan Veretout ha partecipato a piú gol in Serie A (5 partecipazioni, grazie a 4 reti e un assist).
•    Con questo gol Sergej Milinkovic-Savic ha superato Mihajlovic e con 39 gol si é portato al terzo posto solitario tra i migliori marcatori della Serbia nella storia Serie A (davanti ci sono solo Ljajic e Stankovic).
•    Sergej Milinkovic-Savic (dopo 9' e 52'') ha realizzato il gol piú veloce della Lazio in un derby di Roma in Serie A da quello di Hernanes nel marzo 2012 (9' e 11'').
•    200ª presenza per Sergej Milinkovic-Savic in Serie A, é il settimo serbo a tagliare questo traguardo nell'era dei 3 punti a vittoria (dal 94/95).
•    Gli unici precedenti assist e gol di Felipe Anderson in un derby di Roma in Serie A risalivano al gennaio 2015 (gol e assist per Mauri in quel caso).

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments