SERIE A

Serie A, i tifosi tornano allo stadio: ecco come

50% della capienza e modalità a scacchiera, non ci saranno abbonamenti: i club studiano le alternative

di
  • A
  • A
  • A

Poco più di una settimana e sarà di nuovo campionato. Con una novità, per nulla banale: il ritorno del pubblico sugli spalti, che la pandemia ha completamente svuotato nell’ultimo anno e mezzo. E che ha impoverito lo spettacolo del calcio. Ora il Consiglio dei Ministri ha dato l’ok: sì alla presenza del 50% di pubblico negli impianti all'aperto. Potranno tornare in curva, sempre alla metà della capienza, anche i tifosi in trasferta. Accolta la proposta del presidente della FIGC, Gabriele Gravina: allo stadio tutti muniti di Green Pass e posizionati in modalità a scacchiera, una forma di distanziamento che rispetta le norme anti-contagio.

Anche se non ci sarà la classica campagna abbonamenti, i grandi club studiano alternative. Sia la Juventus sia il Milan e l’Inter, così come Roma, Lazio e Napoli, premieranno i vecchi abbonati garantendo loro la prelazione sui singoli match.

Il Cagliari ha ideato una mini-tessera per un numero limitato di gare. Il neopromosso Venezia, che giocherà a Ferrara in attesa di ritornare al Penzo in ristrutturazione, studia pacchetti-viaggio per i tifosi che garantiranno, oltre alla visione del match in laguna, anche il pernottamento nelle vicinanze dello stadio e nel centro città. Lo Spezia, infine, pensa ad una priorità per i vecchi abbonati per i big match della stagione.

La speranza è che, curva del contagio permettendo, verso metà settembre si possa aumentare gradualmente la capienza. Nel frattempo, sul palcoscenico del calcio italiano tornano gli attori principali, cioè i tifosi, perché se il calcio è di chi lo ama non c’è nessuno più innamorato di loro.

UDINESE, IN 10 MILA CON LA JUVE
"Condizioni e normative non ci permettono di avviare una campagna abbonamenti. Innanzitutto perché, qualora una regione passi da zona bianca a gialla, la capienza degli stadi scenderebbe a 2500 spettatori. Questo ci porterebbe a dover selezionare gli spettatori. La seconda ragione è numerica: con una capienza al 50% non possiamo soddisfare tutte le richieste degli abbonati, che nel 2019/20 hanno superato le 14mila unità": lo ha reso noto il direttore generale dell'Udinese, Franco Collavino. "Procederemo per una vendita gara per gara garantendo una corsia preferenziale agli ex abbonati della stagione 2019/20 - ha aggiunto il dirigente a Udinese Tv -. Per Udinese-Juve daremo agli abbonati un periodo dedicato per acquistare il biglietto e delle tariffe ad hoc pensate per loro per dimostrare attenzione e vicinanza". Alla Dacia Arena potranno accedere poco più di 10mila tifosi e per accedervi saranno obbligatori Green Pass, documento personale e titolo d'ingresso. Ai varchi verrà rilevata la temperatura e bisognerà indossare la mascherina. Da domani alle 10 e fino alle 9 del 18 agosto verranno messi in vendita i biglietti per Udinese-Juventus, con un canale preferenziale per abbonati 2018/19. Da lunedì i biglietti potranno essere acquistati anche nei botteghini allo stadio. Il prezzo sarà immutato rispetto Udinese-Juve della stagione 2019/20.

Vedi anche Serie A, i rigoristi squadra per squadra Serie A Serie A, i rigoristi squadra per squadra

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments