VERSO BOLOGNA-ROMA

Roma, Fonseca: "Mihajlovic vincerà la sua battaglia"

Il tecnico giallorosso alla vigilia della sfida con il Bologna: "Gara complessa, ma siamo pronti"

  • A
  • A
  • A

Dopo le due vittorie consecutive contro Sassuolo e Basaksehir, Paulo Fonseca cerca il tris contro il Bologna di Mihajlovic. "Saremo avversari in campo - ha detto l'allenatore della Roma -, ma gli auguro di cuore una pronta guarigione, sono sicuro vincerà questa battaglia". Sulla sfida del Dall'Ara: "E' una gara complessa, ma siamo pronti. Affrontiamo una squadra molto forte e che è imbattuta con due vittorie e un pareggio. Una squadra motivata che riflette il carattere del proprio mister".

lapresse

Per quanto riguarda la formazione il tecnico portoghese farà turnover rispetto all'Europa League ("abbiamo avuto il vantaggio di poter cambiare giocatori nell’impegno di coppa e quindi nella prossima partita giocheranno calciatori che non sono stati utilizzati”), ma non potrà ancora contare su Smalling. "Dopo la partita di Europa League ha ripreso ad allenarsi con noi - ha spiegato - ma evidentemente a causa di questo stop non può essere al top e quindi ho optato per un lavoro fisico specifico per lui per farlo essere pronto per la prossima partita". Nessun dubbio sui due centrocampisti bassi: "In queste gare preferisco giocare con due mediani e domani giocheranno due mediani come Cristante e Veretout".

Parole al miele per Mkhitaryan. "E' un giocatore che sta bene fisicamente, è arrivato in eccellenti condizioni fisiche, d’altronde aveva già giocato con l’Arsenal. Con il Sassuolo è stata la prima partita, avevamo avuto poche occasioni per allenarci insieme. Ha già fatto una buona partita con il Sassuolo ma il suo margine di crescita è molto alto”.

Sull'atteggiamento. “Conoscendo la qualità e l’ottimo momento dell’avversario noi non cambieremo il nostro modo di pensare e di affrontare le partite. Dobbiamo essere pronti ad affrontare questa gara dal punto di vista strategico, ma quelli che sono i nostri concetti non verranno alterati. L’importante è sempre l’equilibrio. Questo è un gruppo che in questi primi mesi si è sempre dimostrato aperto e positivo in ogni situazione”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments