BOLOGNA-LAZIO 2-0

Serie A, Bologna-Lazio 2-0: Mihajlovic apre la crisi biancoceleste

Mbaye e Sansone stendono Simone Inzaghi

  • A
  • A
  • A

La Lazio cade ancora e ora la crisi è conclamata. Dopo la bruttissima serata di Champions contro il Bayern, la squadra di Simone Inzaghi ha perso anche a Bologna: 2-0 il risultato finale al Dall'Ara. Un'altra partita da dimenticare con l'errore dal dischetto di Immobile al 17' e il gol immediato dei rossoblù di Mbaye un minuto più tardi. Biancocelesti spenti e nella ripresa il gol di Sansone a chiudere i conti al 64'.

LA PARTITA
Incubi rossoblù per la Lazio. Dopo la sconfitta contro il Bayern Monaco, la squadra di Simone Inzaghi ha fallito ancora e adesso la situazione inizia a essere preoccupante visto che è la terza sconfitta nelle ultime quattro partite. Un altro passo falso importante che gira tutto attorno a un episodio, ossia l'errore di Immobile dal dischetto. Proprio al 17' è cambiata la partita: Skorupski con la sua sicurezza ha spento i biancocelesti e ha lanciato il Bologna. Ottanta secondi per costruire l'azione bellissima che Mbaye ha chiuso con il tap-in dopo la respinta di Reina per l'1-0. 

Una serata praticamente perfetta per i padroni di casa che hanno macinato gioco e hanno portato a casa tre punti meritatissimi sul campo. Così Mihajlovic ha sfatato il tabù e finalmente ha battuto una big. Ora il tecnico serbo inizia a raccogliere i frutti del suo lavoro con tutti i suoi giocatori che si applicano bene. Rabbia a parte per il fallo di Dominguez su Correa che ha causato il rigore, questo è stato il miglior Bologna della stagione. Tanta intensità con molta pressione alta e poi le ripartenze. Proprio con un contropiede è arrivato il gol che ha chiuso il match di Sansone su cross Barrow. 

Dall'altra parte c'è stata la Lazio che non ha saputo reagire. Milinkovic-Savic e compagni si sono limitati al compitino senza mai veri guizzi degni di note. Soffocati dal pressing avversario gli uomini di Simone Inzaghi sono stati bloccati sul loro forte. Un pomeriggio storto che ricorda la cara vecchia legge di Murphy: "Se qualcosa può andare storto, lo farà". Ecco, ora toccherà a Simone Inzaghi raddrizzare la storia perché la classifica ancora non è preoccupante, ma serve una sveglia.

LE PAGELLE
Immobile 4,5
- Altra partita da dimenticare. Il digiuno inizia a farsi importante: sono quattro partite che non segna e per i biancocelesti sono arrivate tre sconfitte. Il rigore sbagliato pesa come un macigno. 

Skorupski 7,5 - Tiene in vita i rossoblù con una grande prodezza: è capace di parare i rigori solo ai big, dopo Ibra arriva un altro scalpo importante. Parata pazzesca anche nel finale a evitare l'autogol di Soriano.

Barrow 6,5 - Non segna, ma menzione speciale per il suo grande lavoro di sacrificio. In più l'assist per il secondo gol.

Reina 5 - Il suo collega fa i miracoli, lui è impreciso soprattutto sulla parata sul tiro di Orsolini consegnando un tap-in facile facile a Mbaye.

IL TABELLINO
BOLOGNA-LAZIO 2-0
Bologna (4-2-3-1)
: Skorupski 7,5 ; De Silvestri 6,5, Danilo 6,5, Soumaoro 6, Mbaye 7; Dominguez 6 (30' st Poli sv), Svanberg 6,5 (30' st Schouten sv); Orsolini 6,5 (30' st Olsen sv), Soriano 6,5, Sansone 7 (33' st Vignato), Barrow 6,5 (38' st Palacio). A disp.: Ravaglia, Da Costa, Antov, Khailoti, Juwara. All.: Mihajlovic 7
Lazio (3-5-2): Reina 5; Patric 5,5 (20' st Pereira 5,5), Hoedt 5,5, Acerbi 6; Lazzari 5 (1' st Lulic 5,5), Milinkovic 5,5, Leiva 5 (20' st Cataldi 5,5), Luis Alberto 5 (31' st Caicedo sv), Marusic 5,5; Correa 5,5, Immobile 4,5 (20' st Muriqi 5). A disp.: Alia, Stakoscha, Musacchio, Akpa Akpro, Faeres,, Parolo. All.: S. Inzaghi 5
Arbitro: Giacomelli
Marcatori: 18' Mbaye, 19' st Sansone 
Ammoniti: Danilo (B), Patric, Hoedt (L)
Espulsi: nessuno
Note: Skorupski para rigore a Immobile (17')

LE STATISTICHE
Il Bologna non vinceva un match di Serie A contro la Lazio da marzo 2012 (3-1 all’Olimpico); era invece dall’aprile 2002 che gli emiliani non collezionavano un successo nella competizione contro i biancocelesti senza subire gol (2-0 anche in quell’occasione, sempre in casa dei rossoblù).
Più in generale il Bologna non teneva la porta inviolata contro la Lazio nel massimo campionato da gennaio 2014 (0-0 in quel caso).
Il Bologna è imbattuto da quattro turni di Serie A (2V, 2N) dopo aver perso tre dei precedenti quattro.
La Lazio ha interrotto a 19 la striscia di partite con almeno un gol segnato in Serie A. Era infatti dallo scorso ottobre (vs Sampdoria) che i biancocelesti non rimanevano a secco di reti in un match nel massimo campionato.
La Lazio ha perso due delle ultime tre partite di Serie A dopo aver conquistato un successo in ognuna delle precedenti sei nel torneo.
A partire da gennaio 2020 nessun portiere ha parato più rigori di Lukasz Skorupski in Serie A: tre, al pari di Gianluigi Donnarumma e Bartlomiej Dragowski.
Tra il rigore parato da Lukasz Skorupski e il gol di Ibrahima Mbaye sono trascorsi solo 80 secondi.
Primo gol in questo campionato per Ibrahima Mbaye, il sesto in Serie A. Tre delle sue marcature sono arrivate in match casalinghi e cinque le ha siglate entro la prima mezz'ora di gara.
Ibrahima Mbaye ha segnato un gol in tre presenze in questo campionato; ne aveva totalizzati due nelle precedenti 43 partite disputate in Serie A.
Ciro Immobile non ha trasformato due degli ultimi tre rigori calciati in Serie A dopo aver realizzato i 10 precedenti.
Seconda rete nel campionato in corso per Nicola Sansone in 14 presenze. Entrambe sono arrivate in casa (vs Benevento e Lazio).
Sansone ha segnato due gol nelle ultime tre presenze in Serie A, tanti quanti nelle precedenti 40 partite disputate nella massima competizione.
Dall'inizio di febbraio solo Lukaku e Muriel (entrambi cinque) hanno preso parte a più gol di Nicola Sansone e Musa Barrow in Serie A (entrambi quattro).
Riccardo Orsolini ha disputato contro la Lazio la sua 100a partita di Serie A con la maglia del Bologna.
Contro la Lazio Sinisa Mihajlovic ha collezionato la sua 100a panchina con il Bologna in Serie A.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments