CROTONE-ROMA 1-3

La Roma continua la corsa a Crotone: 3-1 firmato Borja Mayoral

Giallorossi dominatori nel primo tempo, Crotone in gol sull'unico errore difensivo ma risultato mai in discussione

di
  • A
  • A
  • A

Un tempo da grande squadra e la Roma passa facile a Crotone: doppietta di Borja Mayoral nella prima mezz'ora (fuori casa non aveva mai segnato), poi un rigore ancora conquistato dallo stesso attaccante e trasformato da Mkhitaryan. Secondo tempo in controllo da parte dei giallorossi, colpiti solo da Golemic su una delle pochissime distrazioni difensive. Per il Crotone altra sconfitta e una sensazione di impotenza. 

LA PARTITA
Fonseca arriva in Calabria all'ultimo minuto o quasi, riabilitato dai tamponi dopo la cena di lavoro con il nuovo diesse Tiago Pinto che poteva costargli cara. Arriva in tempo per rivoluzionare la Roma con un cambio ampiamente previsto (Borja Mayoral per Dzeko) e altri tre molto meno scontati (Ibanez per Kumbulla, Villar per Veretout, Carles Perez per Pellegrini), cambi che non incidono assolutamente sull'incisività della sua squadra, subito padrona del campo, subito superiore agli avversari. Ma soprattutto non cambia l'attitudine di questa squadra, che nel primo quarto d'ora segna più di tutti e allo Scida non si smentisce andando in vantaggio con una giocata classica; Mkhiyatyan che attacca lo spazio sulla sinistra, cross a occhi chiusi e Borja Mayoral puntuale all'appuntamento con il primo gol in trasferta della sua stagione. 

Il divario tra le due squadre, già evidente nel primo quarto d'ora, diventa impietoso nella mezz'ora successiva, quando la Roma continua a possedere il campo come se fosse il giardino di casa e lo coltiva in base alle sue esigenze. Quelli del Crotone sembrano quasi tutti (Messias escluso) gravati da uno zaino appoggiato sulle spalle, portano il pallone dall'altra parte con una fatica biblica, si fanno vedere dalle parti di Pau Lopez solamente una volta, quando Messias gli scalda le mani con un diagonale, frutto di iniziativa personale, poi Simy tira una ciabattata fuori bersaglio. Un lampo che poteva avere come protagonista solamente il brasiliano dal sinistro educato, altra categoria tecnica con il suo modo di muoversi che sembra un samba. Ma la Roma è una corazzata e non ha tempo da perdere, alla mezz'ora di gioco tira fuori l'artiglieria e mette al sicuro il risultato ancora con Borja Mayoral che stavolta la piazza sotto l'incrocio dalla lunga distanza. 

E' una Roma che ben presto è consapevole della sua superiorità quasi imbarazzante, che decide a suo piacimento quando rallentare e quando accelerare, ma che sa anche approfittare della giornata strepitosa del suo centravanti di riserva, Borja Mayoral, libero da ogni condizionamento, scatenato nel terrorizzare il terzetto difensivo schierato da Stroppa,. puntuale destinatario di ogni servizio illuminato. Proprio da un fallo di Golemic sullo spagnolo arriva il rigore che Mkhitaryan trasforma nel gol del 3-0 e nella certezza che solo un miracolo potrebbe cambiare verso a un pomeriggio ampiamente segnato e dipinto di giallorosso. 

Trovare un senso al secondo tempo di una  partita così non è impresa facile. Per il Crotone la motivazione è quella di segnare finalmente un gol contro la Roma, impresa mai riuscita negli scontri precedenti. Per la Roma resta non solo l'obiettivo opposto, quello di mantenere un clean sheet comunque sempre prestigioso, ma anche quello di bilanciare il minutaggio dei giocatori più importanti in vista di scontri d'alto livello. Fonseca riesce abbastanza in quest'ultimo intento, ma la sua difesa fallisce l'altro traguardo, facendosi sorprendere in blocco da un colpo di testa acrobatico di Golemic su calcio d'angolo. 

Episodio isolato, così si può etichettare il lampo di Golemic, perché per quanto Stroppa si sforzi di spostare in qualche modo le sue pedine, dall'altra parte c'è una squadra che non mostra segni di cedimento e che non è intenzionata a fare regali. Messias ci mette l'anima per provare a creare qualche difficoltà agli avversari, ma non trova molta collaborazione da parte dei compagni di squadra. Fonseca può pensare di promuovere tutti, magari con qualche cosa da correggere nelle iniziative di Carles Perez, qualche lacuna nella presenza atletica di Bruno Peres, ma in generale una prova da grande squadra che regala ottimismo per l'immediato futuro. 

 

LE PAGELLE
Borja Mayoral 7,5 - Il suo destino finora è stato quello di essere messo continuamente in discussione e di subire un confronto costante con Dzeko. Però il giocatore è di livello e lo dimostra in mezz'ora con due gol diversi tra loro ma notevoli per esecuzione. Poi per non farsi mancare niente si procura anche un rigore. 
Mkhitaryan 7 - Quando un giocatore è davvero forte come lui, può essere decisivo anche se non è in giornata strepitosa. I suoi movimenti sono sempre ragionati e finalizzati. Sapienza calcistica allo stato puro. 
Zanellato 6,5- Se gioca sempre come in questo periodo, può ragionevolmente pensare di tornare al Milan per non andare più via. In una squadra che ha una cifra tecnica abbastanza modesta, spicca per personalità e capacità di tenere la sua zona. 
Bruno Peres 6 - Si ricorda sicuramente di come si gioca sulla fascia, ma lo smalto non è più quello dei tempi migliori. Qualche movimento fuori tempo e un ammonizione per un fallaccio dopo 22 minuti ne condizionano la prestazione. Alla fine salva un gol sulla linea e strappa una sufficienza stentata. 
Messias 6,5 - L'unico in grado di accendere veramente la luce in casa Crotone. La qualità di tocco è elevatissima, la visione di quello che sta per capitare è da giocatore di livello, che però predica nel deserto. 
Cristante 7 - Dopo un periodo di adattamento al ruolo di difensore, rieccolo a centrocampo dove non ha certo disimparato a giocare. Prende possesso del settore insieme a Villar e illumina il pomeriggio con alcune giocate di grande pregio. 
Villar 7 - Schierato a sorpresa da Fonseca nel posto che abitualmente occupa Veretout, occupa la posizione con autorità e perfetta sincronizzazione con il compagno di reparto Cristante. 
Karsdorp 6,5 - Ha impiegato parecchio tempo per dimostrare di essere all'altezza di questa squadra e di questo campionato, ma adesso sulla fascia destra scatena potenza e tempestività di inserimento. 
Simy 5 - Sportellate ne abbiamo, quante ne vogliamo. Ma poi bisogna anche metterci un po' di tecnica e qui iniziano le note dolenti. Ragazzo generoso, con qualche lacuna da colmare per tenere il passo. 
Golemic 5,5 - Giornata discretamente complicata per il centrale serbo, travolto dall'uragano Borja Mayoral. Visto che gli va male come difensore, si esibisce da centravanti segnando il gol dell'1-3 che gli raddrizza l'Epifania. 
Eduardo 4,5 - Difficile trovare tracce della sua presenza nelle mappe del campo, ci si accorge di lui quando viene sostituito da Riviere. 

IL TABELLINO
CROTONE-ROMA 1-3
Crotone
(3-5-2): Cordaz 6; Magallan 5,5, Golemic 5,5, Cuomo 5,5; Pereira 5(1' st Vulic 6), Molina 6, Zanellato 6,5, Eduardo 4,5 (13' st Riviere 6), Reca 6; Simy 5, Messias 6,5. All.: Stroppa 5,5. A disp.: Festa, Djidji, Rispoli, Marrone, Luperto, Petriccione, Rojas, Crociata, Dragus, Siligardi.
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez 6,5; Mancini 6, Smalling 6,5, Ibanez 6 (23' st Kumbulla 6); Karsdorp 6,5, Cristante 7 (35' st Veretout sv), Villar 7, Bruno Peres 6; Carles Perez 5,5, Mkhitaryan 7 (23' st Pellegrini 6); Borja Mayoral 7,5 (40' st Dzeko sv) . All.: Fonseca 6,5. A disp.: Boer, Farelli, Juan Jesus, Fazio, Santon, Diawara, Podgoreanu, Providence.
Arbitro: Piccinini
Marcatori: 8' pt Borja Mayoral (R), 29' pt Borja Mayoral (R), 35' pr Mkhitaryan rig. (R), 26' st Golemic (C)
Ammoniti: Golemic, Magallan (C), Bruno Peres, Ibanez, Pellegrini (R),
Espulsi: nessuno

LE STATISTICHE DI OPTA
• La Roma ha segnato almeno tre gol nel primo tempo in tre partite di questo campionato: nella scorsa stagione ci era riuscita in una sola occasione
- l'ultima stagione in cui ha fatto meglio è stata la 1999/00 (quattro).
• La Roma ha segnato 22 gol nel primo tempo, record nei maggiori cinque campionati europei in stagione.
• Henrikh Mkhitaryan ha partecipato a 15 gol in questo campionato (otto reti, sette assist), uno in più rispetto alla scorsa stagione (14: 9+5).
• Henrikh Mkhitaryan è uno dei tre giocatori dei maggiori cinque campionati europei ad aver già segnato sette gol e fornito sette assist (con Bruno Fernandes e Kane).
• La Roma ha segnato otto gol nei primi 15 minuti in questo campionato, più di ogni altra squadra.
• Quella di oggi è stata la seconda doppietta di Borja Mayoral con la Roma dopo quella con il Cluj (oltre a lui tra i giallorossi solo Mkhitaryan ha due marcature multiple in stagione).
• Borja Mayoral non aveva ancora segnato in trasferta con la maglia della Roma.
• Nelle ultime sei partite di Serie A Henrikh Mkhitaryan ha segnato tre gol e fornito tre assist.
• 50ª presenza di Niccolò Zanellato con il Crotone, considerando tutte le competizioni. • Il Crotone ha subito nove reti nelle ultime due partite di campionato, tante quante nelle precedenti cinque.
• Il Crotone è riuscito a segnare oggi il suo primo gol contro la Roma in Serie A.
• Per la prima volta in questo campionato la Roma ha subito gol su sviluppo di calcio d’angolo. • Entrambi i gol di Vladimir Golemic in Serie A sono arrivati nelle ultime due presenze.
• Nelle ultime tre presenze di campionato Junior Messias ha segnato due gol e fornito due assist.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments