I NUMERI

Juventus, gli incredibili numeri della stagione di CR7

Il portoghese, in bianconero, ha abbattuto record su record, scrivendo nuove pagine di storia

  • A
  • A
  • A

Se già l'anno scorso il suo impatto sulla realtà juventina era stato devastante, la seconda stagione a Torino di Cristiano Ronaldo è stata quella della consacrazione, se di questo si può parlare per un fuoriclasse affermato come lui. Senza dubbio è stata quella che lo ha proiettato nel firmamento bianconero. Il nono scudetto consecutivo è passato soprattutto dalle sue giocate e dai suoi gol: 31, finora, in campionato. A cui vanno aggiunti i 2 in Champions e gli altrettanti in Coppa Italia. Numeri che gli sono valsi una serie di record straordinari, per altro ancora ritoccabili.

CR7 è diventato il giocatore più veloce nella storia della Serie A a raggiungere i 50 gol segnati: gli ci sono volute appena 61 presenze a cavallo di due annate. Prima di lui il record apparteneva ad Andriy Shevchenko, che li aveva raggiunti in 68.

È diventato anche il primo calciatore della storia a segnare almeno 50 gol in Premier League, Liga e Serie A.

È stato solamente il terzo giocatore nella storia della Juventus a segnare almeno 30 gol stagionali in campionato: prima di lui ci riuscirono John Hansen (30 nel 1951-52) e Felice Borel (31 nel 1933-34). Gli basterà un gol nelle ultime due giornate per diventare il migliore di sempre e abbattere un record che dura da ben 86 anni. In questa stagione, per altro, il suo apporto è stato fondamentale, visto che ha messo a segno il 42% dei gol di squadra (31 su 71). Va ricordato poi che il portoghese è una vera e propria macchina, dato che in tutta la stagione è stato sostituito solamente due volte: nella gara d'andata col Milan e nella gara di ritorno con il Genoa. In tutte le altre partite in cui è sceso in campo ha sempre giocato 90'.

Il 22 febbraio, contro la Spal, ha raggiunto Fabio Quagliarella e Gabriel Omar Batistuta a quota 11 in vetta alla classifica dei calciatori a segno per più partite consecutive in Serie A. Nel 2020 tra l'altro ha segnato in tutte le partite in cui è sceso in campo ad eccezione delle sfide contro Inter, Sassuolo e Udinese.

Per vincere la classifica cannonieri (e magari battere il record del compagno di squadra Higuain di 36 reti in una stagione) servirà un vero e proprio miracolo, dopo la tripletta di Immobile contro il Verona. Per un Cristiano Ronaldo così, però, nulla è davvero impossibile.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments