LA POLEMICA

Deschamps boccia le porte chiuse: "Il calcio è incoerente"

In un'intervista a "Le Parisien" il C.T. francese polemizza sul fatto che in campo ci siano contatti continui e in panchina giocatori distanziati

  • A
  • A
  • A

Didier Deschamps approva la scelta della Ligue 1 di fermarsi e non apprezza i campionati a porte chiuse con regole differenti in campo e in tribuna. "Ho guardato la Bundesliga  - dice Deschamps - e certe immagini mi sembrano molto incoerenti: vedo giocatori che disputano una gara con scontri e contrasti e poi vedo in tribuna giocatori di riserva con le mascherine a 2 metri di distanza uno dall'altro. Sinceramente, non capisco. In tribuna il rischio sarebbe maggiore? Che incoerenza! Non mi piace".

Lo stop ai campionati in Francia, poi, secondo Deschamps: "E' una decisione del governo che mi sembra coerente e saggia. E bisogna accettarla". Per quanto riguarda le altre leghe europee: "Credo che la ripresa - dice l'ex centrocampista della Juventus - risponda, ovviamente, in primo luogo a una problematica economica. Guardate le decisioni prese in Spagna e in Inghilterra: questi due grandi Paesi del calcio stanno pianificando la ripresa della Liga e della Premier League ma hanno deciso di non riprendere i campionati femminili, che generano molti meno incassi. E' tutto lì!"

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments