Calciatori e bolidi: da Lentini a Bruno Peres, quanti incidenti

Velocità, distrazione e altre volte sfortuna. Con l'esterno della Roma si allunga una lista illustre

  • A
  • A
  • A

Non sempre è colpa loro, ma è innegabile che la lista di calciatori coinvolti in incidenti stradali a bordo dei loro bolidi sia piuttosto lunga. Un pizzico di presunzione a volte, spesso la giovane età nel guidare auto così potenti su strade nuove, ma anche distrazione e sfortuna hanno creato situazioni pericolose coinvolgendo talvolta anche altre auto. L'ultimo è stato Bruno Peres della Roma, illeso con la sua Lamborghini come in passato era successo a Keita della Lazio. Ma andando indietro i nomi illustri non mancano: da Neymar a Cristiano Ronaldo, fino a Lentini e Pagliuca. Purtroppo, e li ricordiamo con affetto, c'è anche chi non ce l'ha fatta.

Iniziamo, seguendo l'ordine della fotogallery, con Arturo Vidal. Nel giugno del 2015 il centrocampista cileno si schiantò con la sua Ferrari F458 nel suo Paese, in un'autostrada a sud di Santiago del Cile. Con lui c'era la moglie: fonti di polizia hanno fatto sapere che entrambi hanno riportato solo lieve lesioni. Il tasso alcolico di Vidal era oltre il livello consentito.

Aveva appena 24 anni Gianluigi Lentini quando, il 2 agosto del 1993, perse il controllo della sua Porsche sull'autostrada Torino – Piacenza. Andava troppo forte e la macchina montava il ruotino di scorta. Gravi le conseguenze, con il Milan costretto a fare a meno del suo contributo per parecchio tempo. L'ex calciatore si è ripetuto nell'ottobre del 2006 quando a Torino, dopo aver perso il controllo della sua Porsche, è riuscito ad uscire prima che l'auto prenda fuoco: trauma cranico e frattura orbitale.

Nell'ottobre 2014 toccò a Keita Balde, all'epoca attaccante della Lazio. Lo spagnolo perse il controllo della sua Lamborghini a noleggio, su Corso di Francia andando a sbattere ad alta velocità contro un muro. Auto completamente distrutta, illeso invece il diciannovenne biancoceleste.

Durante Londra 2012, invece, toccò a una stella che vorrebbe fare il calciatore dopo aver vinto tutto da atleta. E' il caso di Usain Bolt, che di recente si è offerto al nuovo Miami di Beckham in MLS: dopo un party finì con la sua BMW nel fosso.

Illeso nell'ottobre 2012 anche l'esterno dell'Atalanta Ezequiel Matias Schelotto dopo essere finito fuori strada con la sua Bmw vicino Bergamo.

Giugno 2011, Argentina. Hugo Campagnaro, all'epoca difensore del Napol,i è coinvolto in un grave incidente in cui perdono la vita tre persone. Il giocatore riporta un trauma cranico e un trauma contusivo al bacino

L'anno dopo toccò al difensore del Napoli Henrique mentre si stava recando a Castel Volturno.

Nel settembre 2013 anche l'ex terzino del Milan, Mattia De Sciglio, rimase coinvolto in un incidente sull'autostrada A8 sulla strada da Milano a Milanello. Solo qualche contusione: a prestare i primi soccorsi anche El Shaarawy e Montolivo.

Tre mesi prima toccò ad Alexis Sanchez distruggere il suo bolide tornando dalla gara di Copa Catalunya a Lleida. Dopo essersi schiantato sulla C-32 quel che restava della sua auto è stato caricato sul carro attrezzi.

In questa gallery non poteva mancare Mario Balotelli. Nell'agosto 2014 con il suo Audi A8 si scontrò contro un Suv di una donna. Entrambi illesi.

Protagonista della fotogallery l'attuale difensore della Lazio, Martin Caceres. Ai tempi della Juventus fu protagonista di un paio di incidenti spettacolari e fortunatamente senza conseguenze. Nell'agosto 2014 rimase miracolosamente illeso dopo essersi capovolto con la sua auto e un frontale. Si ripeté con la Ferrari rossa in centro a Torino schiantandosi contro un locale per fortuna senza conseguenze ben più gravi.

Nel 2010 Beckham fu tamponato a Los Angeles nel quartiere di Beverly Hills davanti alla scuola dei figli.

Nel 2013 toccò a Iturbe, all'epoca attaccante del Verona in vacanza in Paraguay. Il Suv si scontrò con un camion nei pressi di Caaguazu: nell'impatto l'auto andò completamente distrutta mentre lui ne uscì miracolosamente illeso.

Novembre 2016, Neymar vittima di un incidente stradale. Il brasiliano del Barcellona ha perso il controllo della sua Ferrari 458 Spider ed è andato a sbattere mentre si dirigeva al centro sportivo del club, all'uscita dell'autostrada. Probabilmente la causa è stata la strada resa scivolosa a causa della pioggia.

Guai seri per l'ex Milan Niang nel 2014 quando si schiantò con la sua Ferrari che non avrebbe potuto guidare. Nessuna ferita, pesanti le imputazioni: fuga dopo l'impatto, lesioni colpose, eccesso di velocità, mancato rispetto del semaforo, sorpasso a destra e guida senza patente. Tredicimila euro di danni a undici persone e annullamento della patente.

Nel 1993 un tir tagliò la strada a Pagliuca. Il portiere della Samp per evitarlo andò a schiantarsi contro il guard rail. L' impatto è stato violentissimo. Pagliuca è stato salvato dall' air-bag. La sua auto si è capovolta ed accartocciata, ma i danni per il giocatore sono stati relativamente lievi: frattura scomposta della clavicola sinistra e pneumotorace.

Un altro portiere legato all'Inter rimase vittima di un incidente nel febbraio 2010, pochi giorni prima della sfida di Champions contro il Chelsea che avrebbe dato inizio alla cavalcata verso il Triplete. Stiamo parlando di Julio Cesar, rimasto coinvolto con la sua Lamborghini in un incidente d'auto nel quartiere di San Siro a Milano. Il brasiliano ha riportato solo alcune contusioni al volto.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments