AMICHEVOLI

Amichevoli: Napoli senza gol, l'Atalanta perde contro Gattuso

I partenopei non vanno oltre lo 0-0 contro l’Espanyol: stesso punteggio per la Lazio a Valladolid (biancocelesti sconfitti ai rigori). I nerazzurri e i viola perdono rispettivamente 2-1 contro il Valencia e 3-1 contro il Betis

 

 

  • A
  • A
  • A
© italyphotopress

Non convince ancora il Napoli, fermato sul pari anche nella sua ultima amichevole: è 0-0 contro l’Espanyol, per il terzo segno X nelle ultime quattro partite. Stesso risultato anche per la Lazio (che poi perderà ai rigori) contro il Valladolid. Nell’incrocio tra Italia e Spagna non va meglio ad Atalanta e Fiorentina: i nerazzurri cadono 2-1 contro il Valencia di Gattuso (gol di Ederson per Gasperini) mentre i viola sono ko per 3-1 con il Betis.

NAPOLI ESPANYOL 0-0
Anche contro l’Espanyol il Napoli di Luciano Spalletti non esalta. A vincere l’amichevole è solo il nervosismo. Gli azzurri sono tartassati dai modi di fare duri degli spagnoli ma non riescono ad aggirare l’avversario. La rabbia coinvolge anche Aurelio De Laurentiis: all’ennesimo fallo non fischiato, il patron esplode contro l’arbitro chiedendo anche più del giallo. In un paio di occasioni si sfiora la rissa. Osimhen e Lozano sono i più pericolosi della prima frazione di gioco, ma è l’Espanyol a rischiare il vantaggio con Koleosho: Contini, che ha sostituito Meret pur essendo promesso alla Sampdoria, evita il peggio. Spalletti richiama tutti: da Lobotka a Kvaratskhelia, fino ai nuovi entrati. Stavolta non c’è neppure il forcing finale: 0-0 con vista sul campionato, tra nove giorni.

VALLADOLID-LAZIO 0-0 (4-1 dcr)
Il Trofeo Ciudad de Valladolid va ai padroni di casa, a discapito della Lazio. Approccio complesso per i biancocelesti: sul finire del tempo, traversa colpita da Sergio Leon al termine di un’azione corale degli iberici. Seconda frazione ugualmente senza emozioni e con ancor meno possibilità per andare a rete: in evidenza il nuovo acquisto Gila (dopo aver preso il posto di Patric) che vicino al gol sugli sviluppi di un calcio di punizione. Ingranaggi ancora da lucidare per quanto riguarda una Lazio, leggermente statica; indicazioni cautamente positive per Sarri, seppur da segnalare la sconfitta finale ai rigori per 4-1: errori di Milinkovic-Savic e Vecino.

VALENCIA-ATALANTA 2-1
In un amarcord di Champions League di due anni e mezzo fa, con l’allora felicità in campo dei nerazzurri per essere volati ai quarti di Champions League ma allo stesso tempo la tristezza per quello che stava succedendo a Bergamo sul fronte Covid, l’Atalanta perde 2-1 contro il Valencia di Gattuso. Dopo una traversa colpita da Musah, i padroni di casa passano meritatamente in vantaggio al 43’: bellissimo colpo di tacco di Hugo Duro. Bella, comunque, la reazione orobica: lancio di Koopmeiners ed Ederson con il solo stop al volo riesce a saltare Diakhaby e a portarsi il pallone sul destro, che finisce nell’angolino. All’81’ Musso non può fare niente sull’incornata vincente di Hugo Duro: doppietta.

BETIS-FIORENTINA 3-1
Infine, è sconfitta anche per la Fiorentina: merito di un buonissimo Betis che vince meritatamente 3-1. Vantaggio degli spagnoli al 27’: calcio d’angolo da sinistra con Juanmi che vola su Maleh e va a segno di testa. Passano 5 minuti e arriva il raddoppio del Betis: Moreno evita Nico Gonzalez e crossa per Iglesias che va a segno anticipando Biraghi. Jovic sembra riapre le danze al 90’, ma la grandissima sventola su calcio di punizione di Miranda sorprende Gollini: 3-1 conclusivo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti