Rugby, bufera in Australia per il messaggio omofobo di Israel Folau

"Omosessuali, adulteri, fornicatori: l'inferno vi aspetta"

  • A
  • A
  • A

"Ubriachi, omosessuali, adulteri, bugiardi, fornicatori, ladri, atei, idolatri, l'inferno li attende, si pentano, solo Gesù può salvarli". In Australia è bufera totale per il messaggio di odio apparso sul profilo Instagram di Israel Folau, giocatore di rugby a 13 e a 15, estremo degli Waratahs e della nazionale dei Kangaroos. Un messaggio, quello scritto dal giocatore, fervente evangelico, che la federazione australiana di rugby ha già descritto come "inaccettabile".

"Coloro che vivono nel peccato andranno all'inferno, a meno che non si pentano, Gesù Cristo li ama e dà loro il tempo di allontanarsi dal peccato e avvicinarsi ad esso" ha aggiunto Folau, cresciuto come mormone e convertito nella comunità delle Assemblee di Dio nel 2011.

Visualizza questo post su Instagram

Those that are living in Sin will end up in Hell unless you repent. Jesus Christ loves you and is giving you time to turn away from your sin and come to him. _______________ Now the works of the flesh are manifest, which are these , adultery, fornication, uncleanness, lasciviousness, idolatry, witchcraft, hatred, variance, emulations, wrath, strife, seditions, heresies, envyings, murders, drunkenness, revelings, and such like: of the which I tell you before, as I have also told you in time past, that they which do such things shall not inherit the kingdom of God. Galatians 5:19‭-‬21 KJV _______________ Then Peter said unto them, Repent, and be baptized every one of you in the name of Jesus Christ for the remission of sins, and ye shall receive the gift of the Holy Ghost. Acts 2:38 KJV _______________ And the times of this ignorance God winked at; but now commandeth all men every where to repent: Acts 17:30 KJV _______________

Un post condiviso da Israel Folau (@izzyfolau) in data:

Non è la prima volta che il giocatore viene coinvolto in uno scandalo simile. Nel 2018 infatti era stato ampiamente criticato per aver dichiarato: "Io amo e rispetto le persone per quello che sono e le loro opinioni, ma io personalmente non sosterrò mai il matrimonio gay".

Evidentemente però le critiche non sono bastate, perché qualche mese più tardi Folau ha fatto un post per criticare la decisione del parlamento australiano di dare legittimità legale ai matrimoni tra omosessuali.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments