Wimbledon, tutto facile per Nadal e Djokovic

Del Potro batte Simon dopo il match sospeso per oscurità

  • A
  • A
  • A

A Wimbledon tutti gli altri big rispondono a Federer: se lo svizzero era stato il primo a raggiungere i quarti, il pomeriggio londinese ha regalato gioie anche a Nadal (6-3, 6-3, 6-4 a Vesely), Djokovic (6-4, 6-2, 6-2 a Khachanov), Raonic (6-3, 6-4, 6-7, 6-2 a Mc Donald) e Isner (6-4, 7-6, 7-6 a Tsitsipas). Avanti anche Nishikori, Anderson e Del Potro, che ha battuto Simon 7-6, 7-6, 5-7, 7-6 dopo la sospensione del match per oscurità. 

NADAL - Federer chiama, Nadal risponde: esattamente come lo svizzero, infatti, anche il maiorchino (ormai certo di restare numero 1 Atp anche dopo Wimbledon) continua senza macchia la sua campagna londinese, con il quarto 3-0 consecutivo che gli consente di approdare ai quarti di finale in grande stile. Era dal 2011 che Nadal non riusciva a centrare i quarti a Wimbledon e ora punta dritto alla finale di domenica. Del resto è il suo curriculum a spaventare i suoi prossimi rivali: ogni volta che Rafa è arrivato ai quarti, infatti (nel 2006, 2007, 2008, 2010 e 2011), poi ha sempre proseguito il suo cammino fino al match che mette in palio il titolo. Contro Vesely il match non ha avuto storia: break decisivo al quarto gioco nel primo set, con Nadal che poi non ha mai rischiato fino al 6-3. Nel secondo di break ce ne sono stati due, nel quinto e nel nono game, per un altro 6-3 che valeva già come un'ipoteca. L'unico vero brivido a metà del terzo parziale, con Nadal che nel quinto game concede l'unica palla break dell'intero incontro e Vesely la sfrutta per portarsi avanti 3-2. La reazione di Nadal però è immediata e porta al controbreak già nel sesto gioco. L'allungo decisivo arriva poi nel decimo game, per il 6-3, 6-3, 6-4 che chiude i conti. Ai quarti Rafa dovrà vdersela con l'argentino Juan Martin Del Potro, che ha piegato il francese Gilles Simon nella ripresa del match interrotto per oscurità.  
DJOKOVIC - Continua a lasciare buone sensazioni Novak Djokovic, che si sbarazza senza troppi problemi del russo Karen Khachanov (6-4, 6-2, 6-2) e vola ai quarti di finale, dove trova ad attenderlo il giapponese Nishikori. Il serbo ha impiegato qualche minuto a carburare, tanto da perdere il servizio una prima volta nel game di apertura e poi, dopo essersi portato avanti 4-2, ancora nel settimo game. Dal 4-4, però, Nole ha cambiato marcia, con un parziale di cinque game consecutivi che lo hanno portato sul 6-4, 3-0. Da qui in poi Djokovic non si è più voltato, allungando fino al 6-2 nel secondo set e piazzando un nuovo allungo nel terzo con un parziale di quattro giochi consecutivi, dal 2-2 al 6-2 finale. 
GLI ALTRI - Giornata priva di sorprese nel tabellone maschile di Wimbledon: detto dei grandi nomi, infatti, anche gli altri match hanno rispettato i pronostici, con Kevin Anderson che ha sfruttato al meglio tre tie-break per imporsi in quattro set (7-6, 7-6, 5-7, 7-6) su Monfils (e domani troverà Federer nei quarti). L'altro quarto di finale della parte alta del tabellone sarà tra Milos Raonic e John Isner. I due bombardieri si sono sbarazzati rispettivamente dello statunitense Mc Donald (6-3, 6-4, 6-7, 6-2) e del greco Tsitsipas (6-4, 7-6, 7-6). Ai quarti di finale anche il giapponese Kei Nishikori, che ha superato in quattro set (4-6, 7-6, 7-6, 6-1) il lettone Gulbis. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments