PALLANUOTO uomini

Tokyo 2020, pallanuoto: l’Italia pareggia con l’Ungheria

Gli azzurri, già qualificati ai quarti, rimontano ancora e fermano i magiari sul 5-5 nell’ultima partita del girone: adesso c'è la Serbia

  • A
  • A
  • A

Termina con un altro pareggio in rimonta il girone dell’Italia maschile di pallanuoto alle Olimpiadi di Tokyo. Gli azzurri, già sicuri di avere il pass per i quarti di finale, si dividono il bottino con l’Ungheria nell’ultima partita del girone, chiuso come secondi. Sempre stato in svantaggio, il Settebello recupera i magiari dal 3-5 grazie alle reti di Figlioli e Di Fulvio nell’ultimo quarto, agguantando il pari a poco più di un minuto dalla fine. Nei quarti, adesso, gli azzurri se la vedranno con i campioni olimpici della Serbia.

Getty Images

L’Italia della pallanuoto maschile strappa un altro pari in rimonta nel match conclusivo del girone delle Olimpiadi di Tokyo. La Nazionale chiude con un 5-5 contro l’Ungheria il proprio percorso verso la fase a eliminazione diretta, a cui era già sicura di accedere in virtù delle vittorie contro Sudafrica, Usa e Giappone e del punto conquistato contro la Grecia. Proprio gli ellenici, battendo gli Stati Uniti, conquistano la testa del gruppo davanti agli azzurri che affronteranno appunto la Serbia.

La partita inizia subito in salita per gli azzurri, che passano in svantaggio con un tiro di Jansik dopo appena tre minuti. La reazione è piuttosto immediata, grazie alla rete del pareggio di Echenique in un momento di superiorità numerica. I magiari tuttavia tornano avanti con Varga e chiudono il primo quarto 2-1. Il discorso di Sandro Campagna durante la pausa ha effetto: Aicardi trova il nuovo pari. Neanche il tempo di festeggiare e Varga riporta l’Ungheria in vantaggio con un tiro potente che beffa Del Lungo. Poco prima dell’intervallo lungo di nuovo Varga firma la tripletta personale e fissa il punteggio sul 4-2 a metà partita.

In un match molto combattuto, un episodio sembra riaprire il discorso: l’Italia conquista un rigore e Figlioli lo realizza con freddezza. Partita serrata e nervosa, con difese attente e portieri in forma. Angyal sfrutta la superiorità numerica e porta l’Ungheria sul 5-3 in chiusura di terzo quarto. Come già accaduto con Grecia e Stati Uniti, l’Italia entra quindi in modalità rimonta. All’inizio dell’ultimo parziale Figlioli accorcia le distanze, poi la difesa si salva da una situazione di doppia inferiorità numerica e a poco più di un minuto dalla fine Di Fulvio trova il gol del pareggio. Il Settebello avrebbe anche l’azione per il gol vittoria nel finale, ma non riesce a concretizzare. Il 5-5 consente comunque all’Italia di concludere il girone da imbattuta.

ITALIA-UNGHERIA 5-5:  (1-2, 1-2, 1-1, 2-0)
Marcatori Italia: Echenique, Aicardi, Figlioli (2), Di Fulvio.
Marcatori Ungheria: Jansik, Varga (3), Angyal.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments