DIARIO OLIMPICO

Il diario da Tokyo 2020, finalmente incontriamo gli Azzurri

Mancano 3 giorni alla sfida contro la Germania

di
  • A
  • A
  • A

 Se il comitato organizzatore è alle prese con scandali e licenziamenti improvvisi alla vigilia della cerimonia d’apertura, per noi è arrivato finalmente il momento del primo contatto con gli atleti. L’occasione è la possibilità di assistere a una parte dell’allenamento della Nazionale italiana di pallacanestro che poi si sarebbe messa a disposizione per le interviste. Sono soli 10 minuti, ma l’entusiasmo è quello di un appassionato qualsiasi che non vuole perdere neppure un secondo.

Gli Azzurri di Meo Sacchetti fanno la partitella dove non si risparmiano i contatti, c’è il sano spirito di competizione che serve per tenere viva la tensione a tre giorni dal debutto con la Germania. E come consuetudine si chiude con dieci minuti di tiro e un po’ di stretching. Poi allenatore e giocatori si mettono tutti a disposizione della stampa che ha dovuto prenotare per tempo la possibilità di interagire con gli Azzurri.
La nuova tendenza è questa. Causa restrizioni Covid, tutte le interviste devono essere concordate in anticipo anche semplicemente per entrare negli impianti. Naturalmente, oltre a coach Sacchetti, i più gettonati sono Danilo Gallinari, capitan Nick Melli e Nico Mannion che capisce l’italiano ma preferisce rispondere in inglese. Scelta prevedibile, anche se mai come in questo caso, i meriti dei risultati di questa squadra dovranno essere ripartiti tra tutti i convocati.
Il caso e tanta fortuna però consente di incrociare Team USA di vedere da vicino un bardatissimo Kevin Durant, oltre alle altre stelle NBA. Tutti emozionati tanto che anche un argento olimpico come Sandro De Pol vorrebbe fare una foto insieme ai campioni a stelle e strisce, ma purtroppo l’organizzazione lo vieta.

Intanto, dall’altra parte della città, uno dei compagni di viaggio, Angiolo Radice, ci regala la bella storia di Debora Vivarelli, unica rappresentante azzurra del tennis tavolo presente a Tokyo. Ormai mancano 24 ore alla cerimonia d’apertura e, nonostante i mille problemi, si comincia finalmente ad avvertire l’elettrizzante atmosfera dei Giochi.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments