TOKYO 2020

Canottaggio, Rosetti: "Grato per la medaglia, ma non la sento mia"

"All'inizio è stata dura, poi mi sono messo il cuore in pace. Parigi vicina? Non so se ho ancora la stessa voglia"

  • A
  • A
  • A

Bruno Rosetti ha vinto il premio della sfortuna a Tokyo. Il canottiere azzurro faceva parte dell'equipaggio che ha poi conquistato il bronzo nel quattro senza, ma a poche ore dalla gara è stato fermato perché positivo al Covid. Alla fine il Coni e il Cio hanno deciso di fargli avere ugualmente la medaglia, ma lui non riesce a godersela. "Finalmente è finita, non come speravo, però non ci posso fare niente. All'inizio è stata dura, poi mi sono messo il cuore in pace. I ragazzi dell'equipaggio mi sono sempre stati vicini. Sono molto grato al presidente Malagò, che si è mosso per farmi avere la medaglia di bronzo, ma non la sento mia perché non ho fatto la gara. Parigi a solo tre anni? No, non sono solo tre anni, sono ancora tre anni, non per i sacrifici, ma non so se ho ancora la stessa voglia", ha detto dopo aver avuto l'ok per rientrare in Italia.

Vedi anche Tokyo 2020, canottaggio: bronzo 4 senza anche al positivo Rosetti  Tokyo 2020 Tokyo 2020, canottaggio: bronzo 4 senza anche al positivo Rosetti  Rosetti ha parla poi della sua positività: "Mi hanno chiamato che stavo facendo colazione - argomenta - mi hanno fatto subito il pcr nasale e dopo tre ore ho avuto il risultato. Come + successo? L'unica cosa che posso immaginare è nel bus fra villaggio e campo di gara e viceversa".

"Le gare che ho visto? Felicissimo per le ragazze del canottaggio mie colleghe e per l'atletica, uno sport che mi fa impazzire".

Infine un racconto del Covid hotel: "Potevamo scendere a prendere il cibo in determinati orari, ogni giorno arrivava qualcuno. Io ho chiacchierato un po' con Sam Kendricks, il saltatore con l'asta americano. Mi ha colpito la storia di un'allenatrice della nazionale greca di nuoto sincronizzato. Non faceva altro che piangere. Io sono sempre stato bene, il massimo della mia temperatura è stato 36.8".

"La prima cosa che farò al ritorno in Italia? Un bel bagno al mare e una piadina".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments