TENTERA' IL RECORD

Il velista Gaetano Mura al Salone Nautico per parlare della sua impresa

Lo skipper sardo partirà il 12 ottobre per "Solo Round the Globe Record", circumnavigazione del globo in solitaria a bordo del suo Class 40

di Luca Rigamondi

Il velista Gaetano Mura al Salone Nautico per parlare della sua impresa

La sua grande passione, quella per il mare, che l'ha portato ad attraversare gli oceani, mercoledì ha condotto il velista Gaetano Mura al Salone Nautico di Genova per parlare della sua prossima impresa: "Solo Round the Globe Record", la circumnavigazione del globo in solitaria a bordo del suo Class 40 per tentare di battere il record di 137 giorni stabilito dal cinese Guo Chuan. Lo skipper italiano partirà il 12 ottobre da Cagliari e trascorrerà oltre quattro mesi in navigazione solitaria, senza assistenza e senza scalo: un'impresa titanica, che lo sottoporrà a un grande stress psicofisico. Per questo il velista sarà supportato attraverso un controllo da remoto dai cardiologi dell'ospedale Brotzu di Cagliari, che monitoreranno il suo stato di salute attraverso un dispositivo indossabile, una fascia che permetterà la registrazione continua dell'elettrocardiogramma e l'invio dei dati, anche in tempo reale, alla Terapia intensiva cardiologica. In questo modo, se necessario, Mura potrà ottenere tempestivamente assistenza medica. Nato a Cala Gonone, sulla costa orientale della Sardegna, il 7 luglio 1968, Gaetano Mura ha sempre avuto la passione per il mare: "Quando avevo 11 anni - racconta sul suo sito - chiedevo il permesso ai miei genitori di poter andare a dormire sulla vecchia barca di mio padre ormeggiata in porto. Durante la notte quando ero certo di farla franca, mettevo in moto il motore e mollati gli ormeggi giravo all’interno del piccolo porto, poi tornato in banchina stendevo il sacco a pelo sul tavolaccio della cuccetta tra odore d’umido e di sentina nel buio della cabina. Quando non erano più i due moli a delimitare l’orizzonte sognavo di navigare e mi addormentavo felice". E dopo aver iniziato sua la carriera sul mare come mozzo a bordo dei pescherecci prima e come comandante sul trasporto passeggeri di piccolo cabotaggio poi, a vent'anni ha aquistato un veliero d'epoca di 23 metri restaurandolo e guadagnandosi da vivere facendo charter. Mura ha al suo attivo 5 traversate oceaniche delle quali due in solitario; negli ultimi anni ha regatato a tempo pieno nel circuito mini 650 sia in Italia che all’estero.

TAGS:
Salonenautico2016
Speciale
Foto
Genova
News