SPAGNA-COSTA RICA 7-0

Mondiali 2022, Spagna-Costa Rica 7-0: show delle Furie Rosse

All'Al-Thumama Stadium prova di forza della squadra di Luis Enrique: decidono una doppietta di Torres e i gol di Olmo, Asensio, Gavi, Soler e Morata

  • A
  • A
  • A

La Spagna incanta e inizia i Mondiali 2022 alla grande. Dopo la clamorosa sconfitta della Germania, nel primo turno del Gruppo E le Furie Rosse travolgono la Costa Rica 7-0 e raggiungono il Giappone in vetta alla classifica. All'Al-Thumama Stadium grande prova di forza della squadra di Luis Enrique, a cui nel primo tempo basta mezz'ora per archiviare la pratica andando a segno con Dani Olmo (11'), Asensio (21') e Torres (31'). Nella ripresa poi "La Roja" dilaga grazie ancora a Torres (54'), Gavi (74'), Soler (90') e Morata (92'). 

LA PARTITA
La Spagna parte col botto in Qatar e risponde al poker della Francia con sette gol. Contro la Costa Rica la banda di Luis Enrique sfoggia il meglio del repertorio giocando un gran calcio e concretizzando a raffica. Certo, il livello dell'avversario spiana la strada alla tecnica e alla qualità delle Furie Rosse, ma la prestazione resta. Una prova importante per quanto riguarda le idee di gioco, il rendimento dei singoli e la classifica del Gruppo E. Un mix perfetto di tecnica e corsa che ha esaltato il talento di Pedri e Gavi in cabina di regia e la cattiveria e il dinamismo sottoporta di Ferran Torres, Asensio, Dani Olmo, Soler e Morata. 

All'Al-Thumama Stadium il primo tempo è un monologo spagnolo e il match si gioca quasi esclusivamente nella metà campo della Costa Rica. Con Ferran Torres, Asensio e Dani Olmo in attacco e Pedri, Busquets e Gavi in mediana, le Furie Rosse dominano il possesso, palleggiano con precisione a centrocampo e cercano la profondità sugli esterni. I primi squilli arrivano dalle invenzioni in verticale di Pedri, ma Dani Olmo e Asensio sono imprecisi e non trovano la porta. Fino al 10' il bunker della Costa Rica regge, poi la Spagna aumenta i giri e cambia tutto. In pressione, gli uomini di Luis Enrique giocano al massimo a due tocchi, si trovano a memoria e piazzano tre colpi che segnano indelebilmente il match. A sbloccare la gara ci pensa Dani Olmo, bravo a controllare un'imbucata di Gavi e a battere Keylor Navas con un tocco sotto. Poi Asensio raddoppia i conti su assist di Jordi Alba e Ferran Torres firma il tris su rigore. Tre gol che annientano la Costa Rica, concretizzano la superiorità delle Furie Rosse e indirizzano la gara sui binari spagnoli. 

La ripresa si apre con l'ingresso di Waston al posto di Martinez, ma è sempre "La Roja" a fare la partita costruendo palla a terra con qualità, precisione e rapidità. Un sinistro di Asensio finisce alto, poi la difesa di Suarez pasticcia e Ferran Torres ringrazia calando il poker. Gol che arrotonda il risultato e innesca le sostituzioni. Luis Enrique toglie Torres, Pedri, Jordi Alba, Busquets e Asensio, e fa entrare Morata, Soler, Balde, Koke e Williams. Nella Costa Rica Contreras, Bennette e Borges lasciano invece il posto a Zamora, Ruiz e Aguilera. Cambi che mescolano un po' le carte, ma che non modificano l'inerzia del match. In controllo, le Furie Rosse si affidano al solito palleggio per gestire il ritmo e cercano Morata in profondità. Tema tattico che porta alla cinquina firmata da Gavi su assist proprio di Alvaro. Colpo che però non chiude i conti. Nel recupero, infatti, c'è spazio e gloria anche per Soler e Morata, autori degli ultimi due sigilli che mettono la parola fine alla goleada. La Spagna dilaga con la Costa Rica e manda un messaggio forte e chiaro in Qatar. 
 

IL TABELLINO
SPAGNA-COSTA RICA 7-0
Spagna (4-3-3):
Unai Simon 6; Azpilicueta 6, Rodri 6, Laporte 6, Jordi Alba 7 (19' st Balde 6); Pedri 7 (12' st Soler 6,5), Busquets 6,5 (19' st Koke 6), Gavi 8; Dani Olmo 7, Asensio 7 (24' st Williams 6), Ferran Torres 7,5 (12' st Morata 7).
A disp.: Sanchez, Raya, Garcia, Pau Torres, Llorente, Guillamon, Pino, Carvajal, Sarabia, Ansu Fati. All.: Luis Enrique 7,5
Costa Rica (5-4-1): Keylor Navas 5; Martinez 5 (1' st Waston 5,5), Fuller 5, Duarte 4, Calvo 4,5, Oviedo 5 (37' st Matarrita sv); Campbell 5,5, Borges 5 (27' st Aguilera 5,5), Tejeda 5, Bennette 5 (16' st Ruiz 6); Contreras 5 (16' st Zamora 5,5).
A disp.: Alvarado, Sequeira, Chacon, Vargas, Venegas, G. Torres, Salas, Lopez, Wilson, Hernandez. All.: Luis Suárez 4,5
Arbitro: Mohammed Abdulla (Emi)
Marcatori: 11' Dani Olmo (S), 21' Asensio (S), 31' rig. Ferran Torres (S), 8' st Ferran Torres (S), 29' st Gavi (S), 45' st Soler (S), 47' st Morata (S)
Ammoniti: Calvo, Campbell (C)
Espulsi: -


LE STATISTICHE
- Per la prima volta nella sua storia, la Spagna ha vinto una gara con sette gol di scarto nella Coppa del Mondo. 
- Solo Pelé nel 1958 (17 anni, 239 giorni) e Manuel Rosas nel 1930 (18 anni, 93 giorni) hanno segnato un gol da più giovani di Gavi (18 anni, 110 giorni) nei Mondiali. 
- La Spagna ha registrato il più alto possesso palla (82%) per una squadra in una gara dei Mondiali dal 1966 (da quando questo dato è disponibile per la competizione). 
- Quella della Spagna contro la Costa Rica è la terza vittoria con almeno sette gol di scarto ai Mondiali nel 21° secolo, dopo Germania-Arabia Saudita nel 2002 (8-0) e Portogallo-Corea del Nord nel 2010 (7-0). 
- Nella sola gara odierna, la Spagna ha segnato tanti gol (sette) quanti quelli realizzati nelle quattro partite giocate nel Mondiale 2018. 
- Ferran Torres è il terzo giocatore spagnolo a segnare una doppietta al suo debutto ai Mondiali, dopo José Iraragorri contro il Brasile nel 1934 e David Villa contro l'Ucraina nel 2006. 
- Luis Enrique ha conquistato la più larga vittoria per un allenatore della Spagna alla sua prima gara nella Coppa del Mondo – superato il 4-0 di Luis Aragonés contro l'Ucraina nel 2006. 
- Keylor Navas ha subito tanti gol oggi (sette) quanti nelle sue prime otto presenze nella Coppa del Mondo messe assieme. 
- Jordi Alba ha fornito il suo primo assist nei Mondiali all'età di 33 anni e 247 giorni, solo Andres Iniesta ha servito un assist in età più avanzata per la Spagna nella competizione dal 1966 ad oggi (34 anni, 45 giorni vs Marocco nel 2018). 
- Il primo gol della Spagna, segnato da Dani Olmo, è stato il 100° degli spagnoli nella Coppa del Mondo. 
- La Spagna ha iniziato una gara della Coppa del Mondo con due giocatori di età inferiore ai 20 anni (Pedri González e Pablo Gavi) per la prima volta in assoluto. 
- Sia Spagna che Costa Rica hanno schierato i loro giocatori più giovani di sempre in una gara dei Mondiali, rispettivamente Gavi (18 anni, 110 giorni) e Jewison Bennette (18 anni, 161 giorni). 

 

  • CALENDARIO
  • CLASSIFICA
  • MARCATORI
Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti