UNGHERIA-SVIZZERA 1-3

Euro2024, Ungheria-Svizzera 1-3: gli elvetici rispondono alla Germania a Colonia

La squadra di Yakin inizia il suo Europeo con una vittoria e tre punti importanti nel gruppo A: esordio amaro per i ragazzi di Marco Rossi

  • A
  • A
  • A

È un debutto vincente quello della Svizzera a Euro2024: gli elvetici superano 3-1 l’Ungheria nella prima giornata del girone A, mettendosi subito all’inseguimento della Germania (vittoriosa 5-1 ieri sulla Scozia). A decidere l’incontro sono le reti di Duah (12’), Aebischer (45’) ed Embolo (93’). Inizia male invece l’Europeo dei magiari, a cui non basta il gol di Varga (66’): servirà un’immediata reazione mercoledì prossimo contro i tedeschi.

LA PARTITA

La sfida si stappa già al 12’, quando a passare in vantaggio è la Svizzera: Aebischer perfora la difesa ungherese con un filtrante perfetto e Duah, alla seconda presenza in Nazionale, fa subito 1-0. L’arbitro Vincic annulla inizialmente per fuorigioco, ma la rete viene poi convalidata dopo l’intervento del VAR. Passano poco più di cinque minuti e Vargas si divora il raddoppio, centrando in pieno Gulacsi da due passi. L’Ungheria sembra non essere scesa in campo e gli elvetici, allora, ne approfittano, gestendo pallone e ritmo dell’incontro a proprio piacimento. La prima conclusione dei magiari verso la porta di Sommer arriva al 40’: il colpo di testa di Orban è però debole e centrale. Allo scadere del primo tempo a colpire è ancora la Svizzera con Aebischer: il centrocampista del Bologna trova un perfetto tiro a giro da fuori area e sigla il suo primo gol in Nazionale. La ripresa inizia con un’altra occasione per Duah, seguita poi da un tentativo di Vargas. Con il passare dei minuti cresce l’Ungheria e la partita cambia: Varga prima si divora un paio di conclusioni e poi timbra finalmente il cartellino, accorciando le distanze. Gli elvetici reagiscono e provano a creare nuovi pericoli con Ndoye: il talento del Bologna non si risparmia, ma non trova mai una conclusione vincente. Nel finale, i magiari provano a pareggiare il risultato, ma è Embolo a chiudere ogni discorso, col pallonetto e la rete del 3-1 al 93’. Vince la Svizzera, che ottiene così tre punti importantissimi e sale in vetta al gruppo A insieme alla Germania. L’Ungheria resta invece a zero, come la Scozia.

LE PAGELLE

Aebischer 7 – Al Bologna le sue ottime prestazioni non fanno più notizia, ma chi l’avrebbe detto che il grande protagonista del debutto della Svizzera sarebbe stato lui? Assist alla Toni Kroos per l’1-0 e gol da fantasista per il 2-0. Pecca soltanto sul gol di Varga.

Duah 6,5 – Immaginatevi di debuttare con la vostra Nazionale a un Europeo con una sola presenza alle spalle (45’ per essere precisi) e segnare subito al vostro primo tiro in porta. È il pomeriggio da sogno che ha vissuto Duah, il centravanti che non ci si aspetta dalla Svizzera.  

Ndoye 6,5 – Yakin gli affida il compito di creare scompiglio nella difesa ungherese e lui esegue il copione nel migliore dei modi. È una costante spina nel fianco, anche se non trova la gloria personale.

Varga 6 – Prima spreca l’impossibile e poi va a segno: ne esce una partita da sufficienza. Il suo gol ridà speranza ai compagni, ma non basta.

Szoboszlai 6 – È l’uomo di maggiore qualità dell’Ungheria e si vede nel secondo tempo, quando regala a Varga l’assist per il gol che accorcia le distanze. Ricorderà questa partita soprattutto per essere diventato il più giovane capitano nella storia degli Europei, a soli 23 anni (record tolto a Beppe Bergomi).

Szalai 4,5 – Ndoye lo fa impazzire dal primo minuto e lui non riesce mai a trovare una contromisura per arginarlo. Non lascerà la città di Colonia con un bel ricordo. 

IL TABELLINO

UNGHERIA-SVIZZERA 1-3
Ungheria (3-4-2-1): Gulacsi 6; Lang 5,5 (1’ st Bolla 6), Orban 5,5, Szalai 4,5 (34’ st Dardai sv); Fiola 5,5, Nagy 5,5 (22’ st Kleinheisler 6), Schafer 5,5, Kerkez 5 (34’ st Adam sv); Sallai 5,5, Szoboszlai 6; Varga 6. A disp.: Dibusz, Szappanos, Balogh, Nego, Gazdag, Styles, Zs. Nagy, Botka, Csoboth, Horvath, Kata. All.: Rossi.
Svizzera (3-4-2-1): Sommer 6; Rodriguez 6,5, Akanji 6, Schar 6; Ndoye 6,5 (41’ st Rieder sv), Freuler 6,5 (41’ st Sierro sv), Xhaka 6, Widmer 5,5 (23’ st Stergiou 5,5); Vargas 6 (29’ st Embolo 6), Aebischer 7; Duah 6,5 (23’ st Amdouni 6). A disp.: Mvogo, Kobel, Elvedi, Okafor, Steffen, Zesiger, Shaqiri, Jashari. All.: Yakin.
Arbitro: Vincic (Slovenia)
Marcatori: 12’ Duah (S), 45’ Aebischer (S), 21’ st Varga (U), 48’ st Embolo (S)
Ammoniti: Widmer (S), Freuler (S), Szalai (U), Fiola (U), Yakin (S)

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti