DAL BELGIO

Mertens: "A Napoli sono un re, vivo una favola. Posso giocare fino a 40 anni"

Il belga dal ritiro della nazionale: "Fare l'allenatore è troppo stressante"

  • A
  • A
  • A

"A Napoli sono un re, è vero, ma basta poco per perdere il trono. Per ora sto vivendo una favola. Ho parlato con Kat del nostro bellissimo appartamento a Napoli, vorrei tenerlo, ma credo che sarà difficile: dopo il ritiro vivrò in Belgio, vedo troppo poco i miei nipotini", così Dries Mertens dal ritiro del Belgio. L'attaccante ha anche parlato del suo futuro: "Per ora voglio continuare a giocare, a volte credo di poterlo fare fino a 40 anni, altre penso: non ho ancora figli, se mi fermo posso viaggiare per il mondo".

Getty Images

Mertens, che ha appena raggiunto i 100 gol in serie A ed è il massimo bomber del Napoli a quota 133 reti, mette comunque un paletto: "Fare l'allenatore è troppo stressante. I mister sono sempre stanchi".

Questo il sogno dopo il ritiro: "Sarebbe bello scoprire cose nuove, anche se ora siamo in una bolla. Per il futuro comunque non ho paura che la mia popolarità finisca dopo il calcio, non ho paura che la gente si dimentichi di me" le parole ad HLN. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments