Qualificazioni Europei 2020, promossi e bocciati

Sterling è l'uomo copertina, Sergio Ramos inventore del cucchiaio e Cristino Ronaldo...

  • A
  • A
  • A

Tripletta nel mitico Wembley e dedica speciale. Sterling è l'uomo copertina dell'Inghilterra, il personaggio da prima pagina dei primi due round delle qualificazioni europee. Del resto 3 gol tutti una notte con la maglia della nazionele inglese a Londra non si ricordavano dal 2010: Inghilterra-Bulgaria 4-0 e tripletta di Defoe. Sterling vero uragano inglese contro la Repubblica Ceca, un uragano di umanità l'attaccante del Manchester City: il suo secondo gol ha una dedica speciale per il piccolo Damary Dawkins, un bimbo di 13 anni, per qualche tempo nelle giovanili del Cystal Palace, scomparso a causa della leucemia.

Chiamatelo Antonin, come Panenka, l'inventore del cucchiaio. Era il 1976, ma adesso il copyright è di Sergio Ramos, capitano e leader della Spagna vittoriosa sabato contro la Norvegia. Non solo, per il simbolo del Real Madrid quinta rete consecuitva con le Furie Rosse. Incredibile ma vero è lui, un difensore, il cannoniere della nuova Spagna targata Luis Enrique.

Rimaniamo alle questioni iberiche con il Portogallo: per i campioni in carica falsa partenza venerdì sera nonostante il ritorno del Re dopo 265 giorni. Cristiano Ronaldo fa il suo e non trova il gol solo per le prodezze di Pyatov. Serata no invece per l'ex milanista Andrè Silva, che si mette in mostra una sola volta, troppo poco per chi è considerato l'erede di Ronaldo.

Lo vogliono tutti, dalla Juventus al Barcellona. Ma vale davvero 60 milioni il giovane e forte difensore dell'Olanda de Ligt? D'accordo il gol, ma quella scivolata che spiana la strada a Sanè è errore da matita blu. Altro difensore, stessa partita: Schulz, nome tedesco, ma padre italiano. Sogna l'Inter, intanto firma il blitz della Germania.

Nel gruppo di Germania e Olanda vola la piccola Irlanda del Nord: 6 punti in due partite contro Estonia e Bielorussia, non grandi potenze del calcio, d'accordo, intanto però le partite bisogna vincerle.

Dove sono finiti i vice campioni del mondo? Dove sono Perisic, Rakitic e Modric? Il ko in Ungheria mette subito in salita la strada verso le qualificazioni europee della Croazia dopo il vittorioso ma sofferto debutto contro l'Azerbaigian.

Storie di attaccanti. Se non segna Piatek ecco Lewandoski, la Polonia - a punteggio pieno - lì davanti è proprio messa bene. Il centravanti del Bayern Monaco lancia i polacchi al successo contro la Lettonia 2-0.

Stasera contro l'Islanda - diretta su Italia1 alle 20.45 - la Francia campione del mondo si aspetta da Griezmann un'altra prodezza così, una voleè che venerdì sera aveva inaugurato la goleada per 4-0 contro la Moldavia.

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X
Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments