A COVERCIANO

Nazionale, Acerbi: "Con Mancini ci divertiamo, all'Europeo non sarò una comparsa"

Il difensore prima della sfida alla Grecia: "Ci aspettiamo tanto pubblico. Speriamo di vincere e far divertire la gente"

  • A
  • A
  • A

"Ho fatto con Conte quasi tutto fino all'inizio dell'Europeo, ma poi ha scelto altri da portare in Francia. Ora il mio obiettivo è arrivare all'Europeo, ma non da comparsa. Cerco sempre di dimostrare, sia con la Lazio che con l'Italia, il mio valore". Parole di Francesco Acerbi, difensore dei biancocelesti e della Nazionale, al Centro tecnico federale di Coverciano, dove gli azzurri stanno preparando la sfida di sabato prossimo contro la Grecia, all'Olimpico di Roma, che potrebbe valere il pass per l'Europeo in caso di vittoria.

"È importante che la Nazionale giochi a Roma dopo tanti anni - ha sottolineato Acerbi - e ci aspettiamo tanto pubblico. Speriamo di vincere e far divertire la gente, e speriamo di chiudere il cerchio qualificandoci. Sarà una bella cornice, ed entrare con la maglia della Nazionale nello stadio della città in cui giochi con il club ti dà un'emozione in piu'".

Il difensore della Lazio, che per l'occasione come i suoi compagni indosserà la maglia verde, spera in un posto da titolare. "Sono sempre pronto - ha assicurato - e mi preparo sempre per giocare. Poi decide il mister. Da dopo la malattia ho sempre fatto ottime stagioni. Sto passando un ottimo momento e cerco sempre di migliorarmi restando umile".


"Girone facile? Vincere non è mai facile e vincere tutte le partite di fila è ancora più difficile. Sulla carta forse siamo superiori alle altre squadre del girone. Ma poi devi dimostrarlo sul campo. Se fai questi risultati vuol dire che c'è il gruppo e la qualità" ha aggiunto Acerbi, che poi ha esaltato il ct Mancini: "Mi piace come ci chiede di giocare Mancini: mi piace l'aggressività, tenere palla nella metà campo avversaria, spingere e attaccare sempre. Siamo un gruppo giovane e di talento, scherziamo, ma quando lavoriamo lo facciamo seriamente. Mancini ci ha trasmesso serenità e valorizza le qualità dei giocatori in campo facendoci divertire con un gioco offensivo. Si vede che l'Italia quando gioca si diverte". 

"SPINAZZOLA: "L'OLIMPICO UN'EMOZIONE IN PIÙ"

"Sarà bello giocare a Roma. Penso che ci sarà una grande festa, con lo stadio pieno, e i romani ci daranno tanto calore come fanno sempre. Rappresentare l'Italia e farlo all'olimpico ti dà ancora più emozione". Così Leonardo Spinazzola, difensore della Roma e della Nazionale, che contro la Grecia potrebbe essere schierato dal primo minuto sulla corsia di sinistra della difesa a quattro. "Deciderà il mister - commenta - Siamo una buonissima squadra con tutti i ruoli coperti da due o più giocatori. Siamo una Nazionale forte con difensori di primissima fascia che giocano nelle migliori squadre d'Italia e d'Europa".

Il difensore giallorosso ribadisce poi che si trova meglio sulla fascia sinistra, anche se nella Roma quel ruolo è coperto da Kolarov e rischia di trovare spazio solo a destra. "Ho giocato sempre a sinistra - spiega - e lì mi trovo molto meglio. Sono destro e se il mister mi vuole far giocare a destra lo faccio, ma non sono abituato a ricoprire quella zona. Comunque, se gioco più partite a destra non è che mi dimentico come si gioca a sinistra. L'esterno alto l'ho fatto sei anni fa, ma preferisco giocare più basso perché ho molto più campo. Poi gioco dove vuole il mister, ho la fortuna o la sfortuna di saper ricoprire più ruoli".

Vedi anche Nazionale, Immobile: "Con l'Italia ho un debito e spero di saldarlo all'Europeo" nazionale Nazionale, Immobile: "Con l'Italia ho un debito e spero di saldarlo all'Europeo"

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments