VIA I VELI

Aston Martin, ecco la monoposto del ritorno in F1

Presentata la AMR21 che sarà affidata a Vettel e Stroll. Alle spalle il supporto della Mercedes

  • A
  • A
  • A

E' siglata AMR21 la monoposto con cui la Aston Martin farà il suo ritorno in Formula 1 dopo 60 anni. La scuderia britannica, che formalmente prende il posto della Racing Point, ha presentato la macchina con cui cercherà di dare fastidio ai top team, anche grazie alla stretta collaborazione con la Mercedes. Affidandosi soprattutto all'esperienza di Sebastian Vettel, reduce dall'avventura con la Ferrari. Al fianco del tedesco ci sarà il "riconfermato" Lance Strool.

Sul palco Lawrence Stroll, proprietario e fondatore dal 2019 della scuderia: "Dopo 61 anni la Aston Martin torna in F1, per me questo è un sogno che si avvera. Ho sempre sperato di correre in F1 con un team tutto mio, farlo con il nome Aston Martin è un grande onore".

Anche Tom Brady, il quarter-back di Tampa Bay, vincitore del Superbowl, è intervenuto con un messaggio video alla presentazione della AMR21: "La macchina è splendida, in bocca al lupo. Ci sono due grandi piloti e vi auguro un grande successo". Anche "James Bond" Daniel Craig ha voluto manifestare il suo appoggio al team: 'In bocca al lupo amici, non vedo l'ora di vedervi in griglia di partenza'. ​

VETTEL: "QUI PER VINCERE"
Sebastian Vettel non nasconde le ambizioni: "Sono qui per vincere. Ci vorrà del tempo ma questo è il mio obiettivo e del team. Ho molta esperienza e la metterò al servizio del team. Negli ultimi anni con poche risorse è sempre stato capace di inserirsi al vertice. Ora la F1 sta cambiando e vogliamo prenderci uno spazio importante. Cosa mi aspetto dalla macchina? Non lo so, aspetto con ansia domani quando potremo provarla per la prima volta, ma ci sono poi i più probanti test della prossima settimana. Dopo di allora saprò dare una risposta". E ancora: "Come pilota, ho sempre tenuto d'occhio la concorrenza e questa squadra mi ha costantemente impressionato per quello che è stato in grado di fare senza il budget più grande. Quando Lawrence Stroll e Otmar Szafnauer mi hanno contattato l'anno scorso e mi hanno spiegato quali fossero le loro ambizioni, sono stato subito molto motivato a unirmi alla squadra. Amo la storia delle corse automobilistiche e Aston Martin è uno dei grandi nomi del passato, quindi è divertente far parte del loro ritorno in Formula 1 dopo un'assenza di 61 anni".

STROLL: "L'AMBIZIONE NON CI MANCA"
Lance Stroll non vede l'ora di scendere in pista: "La vettura è splendida. L'ambizione non ci manca, non vedo l'ora di guidarla a Silverstone nel filming day. Onorato di stare in questo team, con questa storia".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments