Nissan: esoscheletri per ridurre la fatica degli operai

Benessere generale e meno rischi di infortuni

  • A
  • A
  • A

Supporti esterni, leggeri e avveniristici, che aiutano nei movimenti . Entro dicembre gli ultimi collaudi e gli esoscheletri verranno integrati nel processo produttivo delle auto elettriche a Barcellona, all’inizio del 2020. Cinque diversi modelli pensati per sostenere gambe, spalle e schiena. Grazie al feedback dei 14 dipendenti coinvolti, Nissan ha individuato due modelli che riescono a coniugare leggerezza e prestazioni superiori

Lo scopo è quello di ridurre lo sforzo muscolare anche del 60%, limitando il rischio di infortuni sul lavoro e migliorando il benessere complessivo della persona. I due modelli, sottoposti a ulteriori test fra maggio e luglio 2019, assicurano un sostegno ottimale alle spalle degli operai che svolgono lavori con le braccia sollevate per buona parte del turno. Realizzati in lega, questi sistemi hanno un peso variabile tra gli 1,5 e i 3 chili. Il progetto si concluderà ufficialmente a fine 2019 e, nei mesi successivi, è prevista la potenziale integrazione degli esoscheletri nelle linee di produzione di Zona Franca (Barcellona) e di altri impianti.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments