LA PROVA

A Roma con la Jeep Renegade 4xe: il suv che guarda al futuro

Il primo suv del marchio FCA con la spina

di
  • A
  • A
  • A

Milano-Roma, andata e ritorno per la Formula E: noi abbiamo raggiunto la Capitale con la Jeep Renegade 4xe. Questo il primo modello, insieme alla Compass, elettrificato dalla casa di FCA. Una rivoluzione per il marchio che compie 80 anni di storia: il giusto compromesso per guardare al futuro con grande ottimismo. Una vettura dalla doppia anima grazie ai due motori ai quali si aggiunge un motogeneratore che contribuisce alla ricarica della batteria e aiuta il termico in accelerazione.

Aprendo il cofano si trova 1.3 turbobenzina con quattro cilindri che sviluppa da 130 a 180 cavalli secondo la versione: questo muove le ruote anteriori. Nella parte posteriore, invece, ecco il propulsore elettrico con differenziale integrato da 60 CV e 250 Nm che agisce sulle ruote dietro. Un 4x4 migliorato che a tutti gli effetti prende appunto il nome di 4xe. Due anche gli sportelli di rifornimento: uno a destra per la benzina e l'altro a destra per la spina. Questo l'unico indizio che la fa riconoscere come una Plug-in ibrida. 

Jeep ha vinto anche la sfida di offrire ottime prestazioni (da 0 a 100 km/h  in circa 7,5 secondi per una velocità massima  pari a 130 km/h in modalità elettrica e fino a 200 km/h in modalità ibrida) e mantenere il confort di guida nonostante i 200kg aggiuntivi delle batterie. Consumi ridotti notevolmente con una media nel ciclo combinato è intorno ai 50 km/l. Il giusto mezzo per divertirsi in montagna, ma anche per i viaggi lunghi. 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments