VELA

Tronchetti Provera: "Luna Rossa bella e concreta, ce la giochiamo alla pari"

Il Ceo di Pirelli: "Bruni-Spithill come Lukaku-Lautaro"

  • A
  • A
  • A

"Le buone notizie, anzi ottime, sono due. Finalmente finiscono le indiscrezioni: a Auckland, con i detentori, possiamo giocarcela alla pari. E in condizioni di vento sulla carta favorevoli a loro, Luna Rossa ha segnato un punto dopo due magnifiche regate". Così Marco Tronchetti Provera, ceo Pirelli e partner di Patrizio Bertelli in Coppa America, commenta il buon inizio di Luna Rossa nelle prime due prove delle finali di America'S Cup. "Il punto di forza dell'Ac75? Più di uno. L'equipaggio, le partenze, una barca che cammina di bolina ma anche di poppa. Nella prima sembravano più veloci loro, nella seconda la differenza era annullata", ha spiegato in un'intervista al 'Corriere della Sera'.

 "La soluzione del doppio timoniere (Bruni-Spithill)? Per primo me ne parlò Max Sirena, il nostro skipper. Così era convinto di poter avere un controllo immediato del timone in ogni andatura", ha proseguito Tronchetti.
"Con l'aiuto di Pietro Sibello, l'unico che può buttare lo sguardo sul campo di regata, si e' dimostrato un vantaggio". "A bordo si è creata un'armonia eccezionale, un gioco di squadra che funziona. Oltre ad essere bella esteticamente, Luna Rossa ha movimenti armoniosi: quasi il ritmo di una danza. Rimango incantato", ha aggiunto.
"Sirena come Conte e Bruni-Spithill come Lukaku-Lautaro? Sono tutti campioni che ho la fortuna di collegare alle mie grandi passioni sportive. Siamo in un momento di convergenze fortunate, però devono durare. Faccio gli scongiuri. In mesi così orribili poter vedere una barca con cuore e tecnologia italiani sfidare alla pari i neozelandesi - ha concluso - credo sia un segnale di positivita' per tutto il Paese".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments