Armstrong: "Il doping solo modo per vincere: era illegale ma lo rifarei"

L'ex ciclista statunitense: "Non avrei imparato la lezione se non avessi agito in quel modo"

Armstrong: "Il doping solo modo per vincere: era illegale ma lo rifarei"

"Abbiamo fatto quello che dovevamo per vincere. Non era legale ma non cambierei nulla". Lo ha affermato Lance Armstrong in un'intervista a NBCSN, che sarà trasmessa la prossima settimana e di cui sono stati diffusi degli estratti. "Se tornassi indietro non cambierei nulla" ha dichiarato il ciclista in merito al passato di atleta dopato che lo ha portato a perdere i suoi sette titoli del Tour de France. "Non cambierei il modo in cui ho agito. Non cambierei le lezioni che ho imparato. Non avrei imparato la lezione se non avessi agito come ho fatto. Non sarei stato indagato e sanzionato se non avessi agito come ho agito. Se mi fossi dopato e non avessi detto nulla, nulla sarebbe accaduto. E' come se fosse quello che volevo, come se volessi essere scoperto. Ero una preda facile".

TAGS:
Armstrong
Ciclismo
Doping
Confessione

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X