DODICESIMA TAPPA NASCAR A MIAMI

Tris di Hamlin nella NASCAR di Miami. Elliott "punta" il leader della generale Harvick

A Miami Hamlin si aggiudica il testa a testa con Elliott che continua la sua scalata al vertice della classifica generale

di
  • A
  • A
  • A

Ha vinto tre gare su dodici, un  quarto del totale (compresa la Daytona 500), eppure Denny Hamlin, unico a fino ad ora a riuscire nell'impresa, fatica a risalire la corrente nella classifica generale del campionato NASCAR, nella quale prosegue invece la rimonta di Chase Elliott. Secondo nella notte di Miami alle spalle del vinctore, Elliott è ormai nella scia del leader Kevin Harvick che in Florida ha ancora una volta segnato il passo

Solo otto punti separano ormai il leader della classifica generale Harvick dal suo più immediato inseguitore che, dopo la 400 Miglia di Miami, non è più Joey Logano ma Chase Elliott: 463 punti a 455. Questo l'effetto più "impattante" della dodicesima tappa della serie più popolare degli USA, ripartita un mese fa dopo la sosta provocata dalla pandemia. A Homestead-Miami, Harvick ha infilato il secondo passo falso consecutivo, chiudendo in 26esima posizione una prova compromessa da un'incomprensione in corsia box proprio con Joey Logano, che ha finito per tagliare il traguardo 27esimo, esattamente alle spalle della Ford Mustang Stewart-Haas dello stesso Harvick. Logano, personaggio sempre in un modo o nell'altro sotto i riflettori, è stato pure determinante nell'esito della sfida per la vittoria tra Denny Hamlin ed Elliott che ha animato le fase finali della gara. Un'esitazione di quest'ultimo nel doppiaggio del pilota del Team Penske ha infatti permesso ad Hamlin di portarsi nella scia della Camaro numero 9 Hendick Motorsports e di infilarla a ventinove giri dalla bandiera a scacchi.

Successo in volata per Hamlin appunto, il quarantesimo della carriera, il terzo in Florida (stato del quale Hamlin è originario)  ed il terzo anche di una stagione iniziata quatto mesi fa con la vittoria nella 500 Miglia di Daytona e poi impreziosita da quella dello scorso 20 maggio nella 500 Miglia di Darlington. Nonostante questo però il pilota della Toyota Camry Joe Gibbs Racing (unico capace di fare appunto tris quest'anno - staccando Logano, Harvick e Keselowski a quota due successi) non ha ancora trovato la costanza di rendimento necessaria a guadagnare l'empireo della generale. Nella quale occupa adesso la settima piazza alle spalle di Harvick, Elliott (che grazie al secondo posto di Miami scavalca appunto Logano) e poi ancora Keselowski , Ryan Blaney (Team Penske, terzo a completare il podio di Miami) ed il campione NASCAR 2017 Martin Truex Jr, vincitore lo scorso 10 giugno a Martinsville.

La caldissima estate della NASCAR parte domenica 21 giugno con una 500 Miglia sul "temibile" superovale di Talladega, in Alabama, che sarà poi seguita - l'ultimo weekend del mese - da una tappa double-header a Pocono (Pennsylvania), per una 325 Miglia sabato 27 ed una 350 Miglia domenica 28. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments