GT

Trionfo Lamborghini! Festa anche per Altoè-Costa

Titolo costruttori nell'IMSA GTD e doppietta in GT Open per la casa di Sant'Agata Bolognese

  • A
  • A
  • A

Domenica da ricordare per Lamborghini. La casa di Sant'Agata Bolognese ha vinto il titolo costruttori nel campionato americano IMSA in classe GTD, mentre Giacomo Altoé e Albert Costa hanno conquistato il titolo piloti nell'International GT Open, con la scuderia Emil Frey che festeggia il primato nella classifica team. Lamborghini celebra un nuovo weekend di successi, dopo la Tripla Corona di fine settembre conquistata nel Blancpain GT Series, sottolineando quanto la nuova Huracán GT3 Evo sia diventata già nella stagione d’esordio una delle vetture di riferimento nel panorama GT Internazionale.

Le prime buone notizie sono arrivate dal Road Atlanta Raceway, dove Corey Lewis ha centrato la pole nella Petit Le Mans al volante della Huracán GT3 Evo n. 48 del team Paul Miller Racing. Lewis, affiancato dai compagni di squadra Bryan Sellers e Marco Seefried, ha concluso le 10 ore al 6° posto di categoria, sufficiente per regalare a Lamborghini il secondo titolo consecutivo in GTD, al termine di una stagione iniziata lo scorso gennaio con il trionfo del Grasser Racing Team alla 24 Ore di Daytona.

Dopo i successi ottenuti nel 2016 e 2017 Lamborghini vince il terzo titolo in quattro anni nel GT Open con Emil Frey Racing, team alla prima stagione con le vetture di Sant’Agata Bolognese. Altoè a soli 19 anni vince il secondo titolo GT in carriera, dopo avere conquistato il Campionato Italiano Gran Turismo ed essersi laureato campione 2018 del Lamborghini Super Trofeo. Il giovane pilota veneto e lo spagnolo Costa, entrambi GT3 Junior driver Lamborghini Squadra Corse, si sono assicurati lo scettro al termine dell’ultima gara in calendario, precedendo in classifica i compagni di squadra Mikael Grenier e Norbert Siedler.

Soddisfazione per Giorgio Sanna, Head of Motorsport Lamborghini: “Tanto il successo nell’IMSA, quanto la vittoria nel GT Open mettono un ulteriore sigillo su una stagione straordinaria, che ci ha visto dominatori nei più importanti campionati GT al mondo. Voglio ringraziare i team che hanno permesso tutto questo: Grasser Racing Team, Paul Miller Racing e Magnus Racing in America e il team Emil Frey in Europa. La partnership con la scuderia guidata da Lorenz Frey è partita nel è iniziata nel migliore dei modi e siamo sempre più motivati per rafforzarla nel prossimo futuro”.

Il risultato nel GT Open è arrivato dopo la splendida pole di Costa nelle qualifiche del sabato mattina, con Altoè che ha perso poi la leadership nel corso dei pit-stop in seguito all'handicap tempo obbligatorio. A rivelarsi decisivo è stato il sorpasso che nelle fasi finali ha permesso allo stesso Altoè di prendersi la quarta posizione e di arrivare a un punto dalla certezza matematica del titolo. Finalmente agguantato al termine di Gara 2, terminata al quarto posto alle spalle di Siedler e Grenier, secondi in  classifica generale a 12 punti dai leader, a completare la vittoriosa stagione del team Emil Frey.

Al termine del weekend Giacomo Altoé ha dichiarato: “Sono così emozionato, non posso credere di aver vinto il titolo qui a Monza. E il sorpasso all’ultimo giro in Gara 1 è stato veramente pazzesco. Abbiamo fatto veramente un gran lavoro durante tutta la stagione: i miei ringraziamenti al team”.

“Non ho parole - ha commentato Albert Costa - è il mio primo titolo in un campionato GT e sono molto orgoglioso sia di me stesso che del team. Giacomo inoltre ha fatto un gran lavoro con quel sorpasso che ci ha dato l’ultima spinta verso il titolo”.

“Una vittoria incredibile – ha detto il Team Principal Lorenz Frey -, soprattutto perché è il nostro primo anno con Lamborghini. Voglio ringraziare Squadra Corse per il grande supporto che ci ha dato durante tutta questa stagione, veramente tiratissima, e per la Huracán GT3 Evo, che ha un potenziale veramente enorme”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments