• Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

Dal ring ai libri e ai film: la leggenda Muhammad Ali

Sette film hanno raccontato la leggenda del ring Cassius Clay, poi rinato con il nome di Muhammad Ali. Will Smith è stato l'attore più famoso a prestare volto e muscoli al pugile statunitense, in una pellicola del 2001. Ma oltre la folta serie di biopic interamente dedicati a lui, Ali è entrato nell'immaginario hollywoodiano anche indirettamente: il personaggio di Apollo Creed, appartenente alla saga dei film di Rocky, fu modellato a immagine e somiglianza del campione: infatti lo stile di combattimento di Apollo è identico a quello del pugile da cui è ispirato, cioè un mix di agilità e potenza. Anche lo stile canzonatorio e provocatorio di Apollo Creed durante le conferenze e prima del match sembra imitare quello di Ali. Cinema ma non solo: diversi titoli di libri italiani sono stati ispirati a questo atleta già diventato leggenda.

>
Il Brasile vince il derby con l'Argentina

Al Brasile basta Miranda

Un gol dell'interista stende l'Argentina

Formula E, tutti in pista nei test di Valencia

Formula E, subito scossa

A Valencia si apre la stagione con i primi test

Nations League, Francia-Germania 2-1: le foto

Francia, Griezmann show

Una doppietta del bomber piega la Germania

Mondiali Volley, primo ko per l'Italia

Italia, sconfitta (quasi) indolore

La Serbia vince 3-1 ed è prima nel girone

Formula E, Fuoco gira con la Dragon Racing

Formula E, c'è anche Antonio Fuoco

L'ex Ferrari Academy spera nella Dragon Racing

I giornali: martedì 16 ottobre

I giornali: martedì 16 ottobre

La rassegna italiana e internazionale

Nations League, Spagna-Inghilterra 2-3: le foto del match

L'Inghilterra sbanca Siviglia

Nations League: i Tre Leoni superano la Spagna 3-2

La Nazionale al Quirinale

La Nazionale al Quirinale

Gli Azzurri ricevuti da Mattarella

Giro d'Italia Handbike 2018, trionfa Christian Giagnoni: le foto dell'ultima tappa di Torino

Giro Handbike: vince Giagnoni

Il campione azzurro vince la nona edizione della corsa rosa paralimpica