MASCHILE

Tokyo 2020, volley: l’Italia ribalta il Canada al tie-break

Arriva il successo in rimonta nell’esordio del torneo maschile: finisce 26-28, 18-25, 25-21, 25-18, 15-11

  • A
  • A
  • A

Esordio sofferto, ma vincente per l’Italvolley, vice-campione olimpica uscente, ai Giochi di Tokyo 2020: la Nazionale di Blengini ribalta 3-2 il Canada. Primo set vinto dai nordamericani 28-26, con due set point sprecati dagli Azzurri; dopo un secondo parziale senza sfida a favore degli uomini di Glenn Hoag (25-18), l’Italia pareggia i conti nel terzo (25-21) e nel quarto (25-18). Al tie-break, poi, il 15-11 azzurro decide il match.

Una grandissima reazione d’orgoglio regala all’Italia una vittoria pesantissima contro il Canada in occasione del debutto nel torneo di volley maschile alle Olimpiadi di Tokyo 2020. All’Ariake Arena gli uomini di Chicco Blengini rovesciano il doppio vantaggio dei canadesi e s’impongono con un grande tie-break. Gran botta e risposta all’inizio del primo set, con gli azzurri che riescono a stare sempre a contatto con gli avversari, per poi trovare il vantaggio del 14-13 grazie al muro spaventoso di Juantorena su Vernon-Evans. Poco prima ci aveva pensato Zaytsev, con un ace, a far sì che l’Italia non crollasse sul -3. Si arriva poi sul 18-15 con un colpo di seconda intenzione per Giannelli, il muro di quest’ultimo su Vernon-Evans e il primo tempo di Piano. Il Canada ribalta la situazione, ma Michieletto mette fine allo scambio più lungo e bello del match per il 20 pari. L’Italia spreca due set point; i nordamericani sfruttano il loro secondo e si aggiudicano il primo parziale. L’Italvolley scappa sul 3-1 in avvio di secondo set con un bel punto di squadra. Torna ancora per altre quattro volte sul doppio vantaggio, ma si fa sempre riprendere: il Canada va sul 9-10 con Van Berkel e Blengini chiama timeout. Il muro di Hoag ci fa male e l’attacco potentissimo di Van Berkel vale il 13-11 per la Nazionale allenata da Glenn Hoag.

L’Italia scivola sul -4 sull’ace imprendibile di Vernon-Evans. Massimo vantaggio canadese che si ampia, fino ad arrivare al 25-18, con il mani-out proprio del numero 13, che significa un pesante 2-0. A questo punto servirebbe un’impresa per ribaltare completamente il risultato. I primi colpi del terzo parziale dimostrerebbero come gli azzurri non ci siano proprio con la testa. Merito, comunque, di un devastante Vernon-Evans, autore dell’immediato 8-4. Tuttavia, sul 10-13, l’Italia trova la forza per piazzare un parziale di 7-0 con l’ace di Michieletto e i punti di Juantorena e Galassi. La Nazionale di Blengini conserva bene il vantaggio di +4 e dimezza le distanze nei set con il 25-21 firmato fa Giannelli a muro. Benissimo gli azzurri nel quarto set. Torna a farsi vedere in attacco Juantorena che, insieme a Vettori e Anzani, trascina l’Italvolley sul 14-7. L’ace di Michieletto ci fa volare sul +8 (16-8). La gestione italiana è perfetta fino all’ultimo intervallo che precede il tie-break. La rimonta è completata (25-18) con il punto finale di Juantorena e si decide tutto nel quinto set. L’ace di Giannelli (8-7) si rivela il momento della svolta della partita: l’Italia prende il largo con Juantorena e Michieletto e, grazie proprio alla diagonale stretta del 19enne bresciano (senza dubbio MPV del match), strappa il 15-11 finale che vale i primi 2 punti in classifica nel gruppo A. Lunedì toccherà alla Polonia.

ITALIA-CANADA 3-2 (26-28, 18-25, 25-21, 25-18, 15-11)
- ITA: Juantorena 21, Michieletto 24, Piano 2, Galassi 9, Giannelli 4, Zaytsev 4, Colaci (L). Kovar 1, Sbertoli, Anzani 6, Vettori 10, Lavia. All: Blengini.
- CAN: Sanders, Perrin 17, Hoag 18, van Berkel 10, Vernon 12, Vigrass 6, Bann (L). Sclater 5, Maar 2, Blankenau, Szwarc 3. Non entrato: Marshall. All: Hoag.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments