NUOTO DI FONDO

Tokyo 2020, nuoto di fondo: bronzo Paltrinieri nei 10 km

Un immenso Greg conquista la sua seconda medaglia in questi Giochi. Oro al tedesco Wellbrock

  • A
  • A
  • A

Gregorio Paltrinieri non smette di stupire ed emozionare alle Olimpiadi di Tokyo. Il classe ’94, argento negli 800 stile libero, si mette al collo la seconda medaglia in quest’edizione dei Giochi chiudendo in terza posizione i 10 km in acque libere. Un risultato impronosticabile poche settimane fa, quando lottava con una forma di mononucleosi. La medaglia d’oro va al tedesco Florian Wellbrock, l’argento all’ungherese Kristof Rasovszky.

Ancora una prestazione superlativa di Gregorio Paltrinieri ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. L'azzurro chiude in terza posizione la 10 km di nuoto in acque libere, conquistando la sua seconda medaglia personale dopo l’argento negli 800 stile libero. Una prova maiuscola, se si considera che la sua partecipazione era stata messa in dubbio dalla forma di mononucleosi che non gli ha permesso di allenarsi a dovere per diverse settimane in preparazione all’evento.

La gara viene condizionata da un Florian Wellbrock in giornata di grazia. Il tedesco parte subito con un gran ritmo e rimane presto da solo, mentre dietro un gruppetto di pochi corridori insegue a una manciata di secondi. Paltrinieri gestisce con intelligenza e rimane a lungo a circa mezzo minuto, consapevole di potersi giocare le sue carte più avanti. Quando Wellbrock diminuisce leggermente l’andatura, su di lui rientrano prima Olivier e poi Rasovszky. L’emiliano risale posizioni e riesce ad agganciarsi al gruppetto di testa, poco prima della nuova accelerazione del tedesco, di nuovo rintuzzata.

A tre chilometri dall’arrivo la lotta per le medaglie si arricchisce di due nuovi possibili protagonisti, Kynigakis e Roditi. Questi ultimi due però non hanno le forze dei primi: quando Wellbrock forza ancora, solo Rasovszky prova a seguirlo, mentre dietro Paltrinieri stacca Olivier e il resto della compagnia. Il tedesco si invola verso la medaglia d’oro solitaria, che conquista con quasi 25” di margine dopo una gara dominata dall’inizio alla fine. Alle sue spalle Greg riprende Rasovszky e prova a giocarsi la volata con lui, ma l’ungherese ha qualcosa in più nello sprint e si prende l’argento. Il bronzo rimane una grandissima gioia per Paltrinieri, arrivato con mille incognite a quest’Olimpiade e pronto a tornare a casa con due medaglie. Intanto la spedizione italiana arriva a quota 31 podi.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments