SETTIMA MEDAGLIA

Tokyo 2020, ginnastica: Simone Biles bronzo alla trave

Settima medaglia olimpica per la ginnasta statunitense: "Non siamo oggetti da intrattenimento"

  • A
  • A
  • A

Simone Biles saluta le Olimpiadi di Tokyo 2020 con un bronzo e tanti applausi. La campionessa statunitense della ginnastica artistica, che aveva rinunciato alle precedenti prove per i "demoni" nella sua testa, ha preso parte a quella conclusiva, la trave, giungendo terza tra gli applausi dei presenti. Oro alla cinese Guan Chenchen, argento alla connazionale Tang Xijing.

La superstar statunitense della ginnastica sale dunque sul podio una settimana dopo essersi ritirata da diverse competizioni per concentrarsi sulla sua salute mentale. Biles ha guadagnato la sua settima medaglia olimpica in carriera - eguagliando la ginnasta Shannon Miller - svolgendo un esercizio meno spettacolare rispetto ai suoi standard. Presente al palazzetto il presidente del Cio, Thomas Bach. Biles ha registrato un punteggio di 14.000, quanto basta per il bronzo dietro al duo cinese Guan Chenchen.

"SIAMO PERSONE, NON OGGETTI DI INTRATTENIMENTO"
"Non pensavo di prendere una medaglia: ho gareggiato solo per me stessa, e questa gara vale tutto il mondo. È stato davvero difficile. Non ero mai stata in tribuna, quindi non ero abituata, avere un'altra opportunità di competere significava molto. Sicuramente ho portato una luce un argomento come quello della salute mentale, è qualcosa che le persone in qualche modo respingono e mettono sotto il tappeto. Sento che non siamo solo oggetto di intrattenimento, siamo anche umani e proviamo sentimenti. Non siamo solo spettacolo, parliamo di più del problema della salute mentale degli atleti. E siccome non siamo più bambini, ora che siamo cresciuti possiamo farlo da soli". Così Simone Biles, dopo aver conquistato il bronzo alla trave ai Giochi di Tokyo 2020.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments