TIRO A VOLO DONNE

Tokyo 2020, tiro a volo: Bacosi è argento nello skeet femminile

La 38enne, vincitrice dell'oro a Rio, chiude al secondo posto dietro l'americana English: "Dedicato a tutti gli italiani rialzatisi dopo la pandemia"

  • A
  • A
  • A

Arriva un altro argento per l'Italia all'Olimpiade di Tokyo 2020: a conquistarlo, nella finale di tiro al volo femminile della categoria skeet, è Diana Bacosi. La 38enne conquista la sua seconda medaglia consecutiva ai Giochi dopo l'oro a Rio 2016 chiudendo con 55/60 alle spalle dell'americana Amber English, capace di aggiudicarsi l'oro con un solo punto di distacco. Sul gradino più basso del podio sale la cinese Meng Wei.

Non riesce a Diana Bacosi il bis olimpico dopo la vittoria a Rio nel 2016. La 38enne, infatti, chiude al secondo posto la finale di tiro al volo femminile (categoria skeet) arrendendosi soltanto all'ultimo atto all'americana Amber English, dopo un testa a testa a lungo condotto dall'azzurra campionessa in carica. Dopo i 20 tiri inaugurali e i turni ad eliminazione, dove a pagare dazio sono la russa Natalia Vinogradova, la tedesca Nadine Messerschmidt, la thailandese Isarapa Imprasertsuk e la cinese Meng Wei, sul gradino più basso del podio con 46/60, Diana Bacosi e Amber Ensligh arrivano in perfetta parità: 47-47.

Decisivi, dunque, i due errori nell'ultima serie, con l'americana che sbaglia soltanto una volta: finisce dunque con l'oro per la 31enne del Colorado, che oltre al suo primo successo ai Giochi si regala anche il record olimpico chiudendo con 56/60. Una strepitosa Diana Bacosi, alla seconda medaglia consecutiva dopo l'oro di Rio 2016, si ferma invece a 55/60, regalando comunque all'Italia l'ottava medaglia e il terzo argento della spedizione di Tokyo 2020.

"PERSO L'ORO PER UN PIATTELLO, SUCCEDE..."
"Speravo nell'oro, di bissare Rio, è arrivato l'argento ma ho dato tutto cio' che avevo e sono contenta così". Lo ha detto Diana Bacosi dopo la gara di skeet, e un abbraccio al suo ct Andrea Benelli e al presidente della Fitav Luciano Rossi. "Ho dato continuità alle mie prestazioni - dice ancora Bacosi -, e alla fine ho perso l'oro per un piattello: nello sport può succedere". E ancora: "Sono molto emozionata, è una medaglia che voglio dedicare a tutti gli italiani, perché è stato un anno difficilissimo per tutti: la pandemia ci ha messo in ginocchio ma noi, come popolo, siamo stati capaci di rialzarci, nella vita come nello sport". "Il momento più bello della giornata è stato quando ho capito che una medaglia era sicura - dice ancora la tiratrice azzurra -. In questo anno ho avuto difficoltà sportive, ma il mio ct Andrea Benelli mi ha tirato fuori dal momento nero e mi ha portato fino a qui, e a questo argento".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments