I PREMI

I guadagni di franchigie e giocatori dal Super Bowl 2020

Trionfo a 6 cifre per i Chiefs, ma anche i 49ers possono consolarsi

  • A
  • A
  • A

Il Vince Lombardi Trophy, l'anello da campioni della NFL e la gloria eterna. Un trittico di conquiste niente male per i Chiefs di Kansas City dopo il successo al Super Bowl LIV. Ma evidentemente non basta, perché trionfando a Miami di diritto arrivano anche gli immancabili premi vittoria che aggiungono la cosiddetta ciliegina sulla torta. Per i vinti, invece, un corposo premio consolazione che senz'altro rende meno triste la sconfitta.

Super Bowl 2020

Mahomes e compagni hanno guadagnato a testa un assegno bonus a sei cifre della bellezza di 124mila dollari. Questo secondo l'accordo di contrattazione collettiva del 2011 firmato dalla Lega con la NFL Players Association, che resterà in vigore fino alla prossima stagione in attesa della ridiscussione. Notare che sia i Chiefs che i 49ers si sono presentati all'Hard Rock Stadium con già in tasca circa 87mila dollari a giocatore, fruttati grazie a 31mila dollari per la vittoria del divisional playoff round e 56mila per la finale di Conference. I giocatori di KC si sono così portati a casa un totale di 211mila dollari di bonus, mentre quelli di SF si sono dovuti "accontentare" di 149mila dollari totali.

Gli atleti che nel corso della stagione hanno giocato in una delle due franchigie possono comunque guadagnare i premi, a patto che siano stati in lista per almeno 8 match. Lo stesso Jimmy Garoppolo, ad esempio, durante la stagione 2017/18 iniziò con i New England Patriots, passando poi ai San Francisco 49ers nel corso dell'anno. I Patriots arrivarono fino al Super Bowl perdendolo, e per questo Garoppolo guadagnò 135mila dollari. Non male per starsene seduto sul divano di casa.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments