SENEGAL-OLANDA 0-2

Mondiali 2022: Senegal-Olanda 0-2, acuti di Gakpo e Klaassen nel finale

Una sfida con poche emozioni viene decisa dal colpo di testa del talento del PSV e dal centrocampista dell'Ajax. Agganciato l'Ecuador in vetta al gruppo A

di
  • A
  • A
  • A

L'Olanda, senza brillare, batte 2-0 il Senegal al debutto nel Mondiale 2022 e aggancia l'Ecuador in vetta al gruppo A. Van Gaal deve ringraziare il giovane talento del PSV Gakpo che, con un colpo di testa all'84' su assist di De Jong, anticipa in uscita Mendy e regala agli Orange tre punti d'oro. Al 99' Klaassen trova il raddoppio dopo una conclusione di Depay respinta male dal portiere del Chelsea. Per il resto davvero poche le emozioni, con De Jong che si divora l'1-0 al 19', mentre nella ripresa Noppert dice due volte no a Dia e Pape Gueye.

LA PARTITA
L'Olanda gioca piuttosto male, evidenzia lacune difensive (vedasi De Ligt) e offensive, ma alla fine la spunta nel finale contro un Senegal ordinato ma nulla più. L'uomo copertina è Cody Gakpo, il nuovo gioiello del calcio olandese, il migliore in campo dei suoi anche senza il gol vitale realizzato all'84'. Dietro la lavagna, invece, un irriconoscibile Mendy: il portiere del Chelsea, che ha perso la titolarità con l'arrivo in panchina di Potter, ha in pratica regalato i due gol agli Orange, prima con un'uscita fuori tempo e poi con una goffa respinta sui piedi di Klaassen. Van Gaal, risultato a parte, non ha però altri motivi per sorridere: la sua squadra è stata per lunghi tratti senza idee e innocua in attacco. Per il Senegal un brutto esordio e la sensazione che si giocherà il passaggio del turno contro l'Ecuador. Serve, però, maggiore concretezza in attacco.

Il Senegal deve disputare il Mondiale senza la sua stella più luminosa, Sadio Mané, e per il debutto il ct Cissé deve anche fare a meno del milanista Ballo Touré: al suo posto Diallo, mentre il tridente è guidato dall'attaccante della Salernitana Dia, con Diatta e Ismaila Sarr ai suoi lati. L'Olanda non può contare su Depay: la scelta di Van Gaal cade su Janssen, mentre in porta c'è Noppert, un anno e mezzo in panchina al Foggia (dal gennaio del 2018 al 30 giugno del 2019) e al debutto assoluto con gli Orange. In difesa De Ligt e Van Dijk. Solo panchina per l'interista De Vrij e gli atalantini De Roon e Koopmeiners. Non è un primo tempo che passerà alla storia quello dell'Al Thumana Stadium di Doha, con le migliori occasioni che capitano agli olandesi ma i senegalesi non stanno a guardare e creano grattacapi approfittando di una certa superficialità dei difensori avversari. Come al 1', quando De Ligt perde malamente palla e De Jong è provvidenziale devianto la conclusione di Dia. Primo tempo con qualche patema e fallo di troppo per il centrale ex Juve, anello debole della retroguardia. La risposta Orange non si fa attendere: al 4' Gakpo mette in mezzo, Bergwijn in spaccata non ci arriva per un soffio con la porta sguarnita. I ritmi sono piuttosto compassati e l'Olanda riesce a farsi pericolosa solo quando cambia passo. L'occasione più nitida al 19': Berghuis serve l'accorrente De Jong, il centrocampista del Barcellona a tu per tu con Mendy prova un paio di dribbling e Diallo sventa la minaccia. Gli africani spaventano Noppert al 25': il destro a giro di Sarr sembra destinato all'angolino, ma Van Dijk ci mette la testa e salva. La prima frazione si chiude con un sinistro al limite di Berghuis alto di poco (40'). Poche le emozioni e tanti (troppi) gli errori tecnici.

La ripresa parte senza cambi da parte dei due commissari tecnici, con il Senegal un po' più coraggioso e un'Olanda che fa davvero fatica a innescare le punte e costruire azioni pericolose. In particolare De Jong è irriconiscibile, con errori in appoggio davvero facili. Così la prima occasione degna di nota è per i senegalesi, ma Noppert è attento sulla conclusione di Dia e si salva in angolo (65'). Il portiere debuttante è ancora bravo sulla botta centrale di Guaye al 73', ma l'arbitro ferma l'azione per un fuorigioco di Diatta al momento della conclusione (73'). Van Gaal intanto si gioca le carte Depay, Klaassen e Koopmeiners. E quando la sfida sembra destinata a un malinconico 0-0, ecco la giocata del campione: De Jong fa l'unica cosa giusta del suo travagliato match, scodellando un delizioso pallone sulla testa di Gakpo, il talento del PSV anticipa Mendy in uscita sciagurata e sblocca il match (84'). Il Senegal, che intanto per infortunio aveva perso Diallo e Kouyate, si getta in avanti ma non ne ha più. Così in contropiede la coppia Depay-Klaassen confeziona il 2-0: il portiere del Chelsea Mendy respinge male sull'attaccante del Barcellona e per il centrocampista dell'Ajax è un gioco da ragazzi depositare in rete. 

IL TABELLINO
SENEGAL-OLANDA 0-2
Senegal (4-3-3)
: E. Mendy 4; Sabaly 6, Koulibaly 6,5, P. Cissé 6, Diallo 5,5 (17' st Jakobs 5,5); I. Gueye 6, Kouyate 6,5 (29' st Pape Gueye 6), N. Mendy 5; Diatta 5 (29' st Jackson 5), Dia 6 (24' st Bamba Dieng 5), I. Sarr 6,5. A disp.: Seny, Gomis, Formose, Loum, Moussa Ndiaye, Pathe Ciss, Name, P.M. Sarr, Famara, Iliman. All.: Cissé 5,5
Olanda (3-4-1-2): Noppert 7; De Ligt 5, Van Dijk 6,5, Aké 6; Dumfries 5,5, Berghuis 5,5 (34' st Koopmeiners 6), F. De Jong 5,5, Blind 5,5; Gakpo 7 (49' st De Roon sv); Janssen 5 (17' st Depay 6), Bergwijn 5,5 (34' st Klaassen 6,5). A disp.: Pasveer, Bijlow, Timber, De Vrij, L. De Jong, Lang, Malacia, Weghorst, Taylor, Simons, Frimpong. All.: Van Gaal 6
Arbitro: Sampaio (Brasile)
Marcatori: 39' st Gakpo (O), 54' st Klaassen (O)
Ammoniti: De Ligt (O), N. Mendy (S), I. Gueye (S)
Espulsi: -
Note: -

LE STATISTICHE
- Per la prima volta l’Olanda ha tenuto la porta inviolata per quattro partite consecutive ai Mondiali; inoltre, è la prima nazione a riuscirci a partire dalla Spagna nel 2010.
- Il Senegal ha perso due partite consecutive per la prima volta ai Mondiali e non ha tenuto la porta inviolata in nessuna delle precedenti otto gare nel torneo.
- Questa è la partita in cui il Senegal ha effettuato più tiri senza segnare ai Mondiali (15 conclusioni).
- Il gol di Cody Gakpo all'84' è arrivato con il primo tiro in porta dell'Olanda contro il Senegal.
- Cody Gakpo (23 anni, 198 giorni) è il più giovane marcatore dell'Olanda ai Mondiali dai tempi di Memphis Depay il 23 giugno 2014 contro il Cile (20 anni, 130 giorni).
- La rete di Davy Klaassen arrivata dopo 98 minuti e 17 secondi è la più tardiva segnata dall’Olanda ai Mondiali.
- Il tecnico dell’Olanda Louis van Gaal (71 anni 105 giorni) è diventato il terzo allenatore più anziano in una partita di Coppa del Mondo, dopo Otto Rehhagel (71 anni 317 giorni) e Óscar Tabárez (71 anni 125 giorni).
- Il Senegal ha schierato il suo 11 iniziale con l’età media più alta in un Mondiale: 28 anni e 284 giorni, superando il proprio precedente record di oltre due anni (26 anni e 224 giorni contro la Colombia nel 2018).
- Virgil van Dijk ha collezionato la sua 50ª presenza con l'Olanda in tutte le competizioni, ma solo la prima in un torneo importante. Solo il portiere Gejus van der Meulen ha giocato più gare con l'Oranje di Van Dijk prima di scendere in campo ai Mondiali o agli Europei (54, nel 1934).

  • CALENDARIO
  • CLASSIFICA
  • MARCATORI
Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti