TURCHIA-GEORGIA 3-1

Euro 2024, Turchia-Georgia 3-1: esordio vincente per Montella

Mikautadze risponde allo splendido gol di Müldür, un capolavoro di Güler e il gol di Aktürkoğlu consegnano i tre punti alla nazionale guidata dal ct italiano

di
  • A
  • A
  • A

Parte bene Euro 2024 per la Turchia di Vincenzo Montella: la nazionale guidata dal ct italiano batte 3-1 la Georgia nel match d'esordio e sale subito al comando del Gruppo F, lo stesso di Portogallo e Repubblica Ceca. Ad aprire le marcature è uno splendido destro al volo di Müldür al 25', pareggiato pochi minuti dopo da una zampata di Mikautadze, con la complicità del portiere Günok (32'). I turchi dominano sul piano del possesso e al 65' trovano il gol decisivo, grazie a un'invenzione di Arda Güler: lo splendido sinistro a giro del talento classe 2005 del Real Madrid vale di fatto i tre punti, sigillati poi dal tris firmato da Aktürkoğlu all'ultimo minuto di recupero, in pieno forcing da parte della nazionale di Kvaratskhelia.

LA PARTITA

La squadra di Montella parte col piede premuto sull'acceleratore e al 10' va a un passo dal vantaggio: Yildiz trova al limite dell'area Ayhan, l'ex Sassuolo lascia esplodere un destro potentissimo, che però si stampa in pieno sul palo. La Georgia è molto abbottonata nel suo 5-3-2, ma non rinuncia a ripartire quando riesce e al 12' ci prova con Mekvabishvili: la conclusione da fuori è deviata e diventa insidiosissima per Gunok, che però è bravo ad allungarsi e scongiurare il pericolo. La partita continua a farla la Turchia, che al 25' passa meritatamente in vantaggio: Dvali mette fuori di testa un cross dalla sinistra, Muldur non ci pensa due volte e colpisce col destro al volo, infilando nel sette un gol pazzesco, il suo secondo con la maglia della nazionale. La squadra di Sagnol è stordita e dopo 2' arriva il raddoppio turco siglato da Yildiz, ma il gol dello juventino è annullato dal Var per un fuorigioco millimetrico. I turchi sembrano padroni assoluti del match, ma al 33' la Georgia ha un sussulto improvviso e pareggia: il gol è di Mikautadze, ma la responsabilità è quasi tutta sulle spalle di Gunok, che si fa infilare sul primo palo da un tiro tutt'altro che irresistibile. L'attaccante del Metz è scatenato e al 35' va a un passo dal clamoroso ribaltone, ma il suo tentativo in estirada si spegne di pochissimo a lato facendo correre un brivido lungo la schiena a Montella.

Dopo un primo tempo scoppiettante la ripresa comincia su ritmi un po' più bassi, ma con la Turchia sempre regina del possesso. La prima buona occasione è sul destro di Calhanoglu da calcio piazzato, ma il centrocampista dell'Inter calcia centrale e trova la risposta stilisticamente rivedibile ma efficace di Mamardashvili. Il baricentro turco si alza sempre di più e al 65' la pressione viene premiata: il gol, in realtà, è tutto frutto del talento di Guler, che con un sinistro a giro da cineteca riporta avanti i suoi. Come nel primo tempo la nazionale di Montella ha un calo di tensione dopo il gol e rischia tantissimo sull'azione tambureggiante di Kochorashvili, che dopo essersi liberato nel cuore dell'area centra in pieno la traversa. Il finale è a dir poco incandescente: prima Mamardashvili si supera sul colpo di testa di Yazici tenendo a galla i suoi, poi la Georgia sfiora due volte il clamoroso 2-2. Nella prima occasione si ostacolano a vicenda Mikautadze e Kochorashvili, nella seconda è superlativo Akayidin, che si immola di testa su una conclusione a botta sicura con Gunok fuori gioco dopo il palo colpito da Kvaratskhelia su punizione. In pieno recupero la Georgia pecca di ingenuità quando anche Mamardashvili sale in area sull'ultimo corner, lasciando ad Akturkoglu la porta spalancata per segnare il 3-1 in contropiede. Un errore che potrebbe anche essere fatale nel caso fosse necessaria la differenza reti per la qualificazione.

LE PAGELLE

Yildiz 6,5 - Parte molto largo a sinistra, ma si accentra all'occorrenza. Mette in campo tanta vivacità, dribbling e cross. Il Var gli annulla il primo gol in una competizione ufficiale per meno di mezzo piede.
Guler 7,5 - Parte sulla destra, ma va a cercarsi il pallone quasi ovunque rimanendo costantemente nel vivo del gioco. Nella ripresa Montella lo accentra, lui lo ripaga con un gol capolavoro che vale i tre punti.
Calhanoglu 6 - Dai suoi piedi transitano tanti palloni, lui li smista con ordine e disciplina, ma senza guizzi illuminanti.

Kvaratskhelia 5,5 - Quando può strappare in campo aperto sa far male, ma gli manca quasi sempre lo spunto decisivo per saltare l'uomo e puntare la porta.
Mikautadze 7 - La sua squadra è spesso rintanata nella propria metà campo, ma quando riparte e il pallone arriva dalle sue parti è capace di tenere in scacco la difesa avversaria praticamente da solo. Entra nella storia segnando il primo gol della Georgia in una competizione internazionale.
Kochorashvili 6,5 - Tanta energia e tanta voglia di fare al servizio di Sagnol: serve l'assist dell'1-1, colpisce una clamorosa traversa che sarebbe valsa il 2-2. Ci prova fino alla fine, tra gli ultimi ad arrendersi.

IL TABELLINO

Turchia-Georgia 3-1
Turchia (4-2-3-1): Gunok 5; Muldur 7 (40' st Celik sv), Akaydin 6,5, Bardakci 6, Kadioglu 6,5; Ayhan 6,5 (34' st Demiral 6), Calhanoglu 6 (45'+2 st Ozcan sv); Guler 7,5 (34' st Yazici 5,5), Kokcu 6, Yildiz 6,5 (40' st Akturkoglu 6,5); Yilmaz 5,5.
Ct: Montella 6,5
Georgia (5-3-2): Mamardashvili 6,5; Kakabadze 6, Kverkvelia 5,5 (40' st Zivzivadze sv), Kashia 6, Dvali 5,5, Tsitaishvili 5,5 (29' st Lochosvhili 6); Kochorashvili 6,5, Mekvabishvili 6, Chakvetadze 6 (29' st Davitashvili 6); Kvaratskhelia 5,5, Mikautadze 7.
Ct: Sagnol 6
Arbitro: Tello
Marcatori: 25' Muldur (T), 33' st Mikautadze (G), 20' st Guler (T), 45'+7 st Akturkoglu (T)
Ammoniti: Bardakci (T), Kverkvelia (G), Calhanoglu (T)
Espulsi:

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti