UCRAINA-MACEDONIA 2-1

Euro 2020, Ucraina-Macedonia del Nord 2-1: Shevchenko ritrova il sorriso, Pandev ancora ko

Tanto spettacolo a Bucarest, con il doppio vantaggio di Yarmolenko e Yaremchuk accorciato da Alioski. Nel finale rigore fallito da Malinovskyi

  • A
  • A
  • A

Nella seconda giornata di Euro 2020 l’Ucraina riscatta la sconfitta all’esordio e supera 2-1 la Macedonia del Nord, ancora a zero punti nel gruppo C. La squadra di Shevchenko parte forte e nel primo tempo si porta sul doppio vantaggio con Yarmolenko al 29’ e Yaremchuk al 34’: Pandev e compagni lottano fino alla fine, ma il gol di Alioski al 57’ dopo un penalty sbagliato non è sufficiente. Nel finale fallisce un rigore anche Malinovskyi.

LA PARTITA
L’Ucraina aveva mostrato ottime cose già all’esordio contro l’Olanda, ma nella seconda giornata compie un deciso salto di qualità e affonda 2-1 la Macedonia del Nord, meno attrezzata ma rinvigorita da una rete a inizio secondo tempo. A Pandev e compagni serve ora un’improbabile impresa - e tanta fortuna -, mentre Shevchenko si giocherà la qualificazione contro l’Austria nella terza giornata.

In un format che lascia porte aperte a ben 16 formazioni delle 24 partecipanti, all’Arena Nationala di Bucarest le squadre in campo giocano sùbito con la consapevolezza di essere quasi all’ultima spiaggia dopo i tris incassati all’esordio. Proprio per questo Angelovski schiera un modulo meno difensivo rispetto al match inaugurale, con la coppia “italiana” Elmas-Pandev in attacco, ma sono i gialloblù a squillare per primi con Malinovskyi che impegna Dimitrievski. Gli avversari provano a intavolare letali ripartenze, ma con il passare dei minuti l’Ucraina acquista sempre più campo e fiducia fino al 29’: calcio d’angolo, clamoroso prolungamento di tacco in salto di Karavaev e tap-in a rete sul secondo palo di Yarmolenko. Cinque minuti più tardi l’entusiasmo di Malinovskyi e compagni diventa travolgente e l’attaccante del West Ham United questa volta si traveste da assistman: sponda in profondità per Yaremchuk e pesantissimo raddoppio al 34’. La reazione macedone è immediata anche se lo splendido cucchiaio a rete di Pandev viene annullato per fuorigioco e la missione del genoano diventa quasi impossibile verso i secondi 45’.

Angelovski inserisce Churlinov e Trajkovski per smuovere la sua squadra e infatti Bushchan deve sùbito impegnarsi per murare un tentativo di Ademi. Malinovskyi testa i guantoni di Dimitrievski con una punizione di potenza, ma al 55’ succede di tutto: il portiere ucraino devia sulla traversa un bel tiro di Trajkovski e sul pallone vagante Karavaev colpisce in pieno Pandev con un calcio ingenuo. Dal dischetto Alioski calcia malissimo, ma sulla ribattuta è lo stesso esterno del Leeds United a insaccare di prima. La sfida così si infuoca, ma sono sempre i gialloblù a rendersi più pericolosi, da Malinovskyi murato di nuovo a Tsygankov che conclude a lato. I titoli di coda sembrano partire all’84’, quando la sala Var richiama l’arbitro per un fallo di mano di Avramovski in barriera su punizione dell’atalantino: va lui a battere il rigore, ma anche Dimitrievski para, bravo oltretutto ad allontanare il pallone e a scongiurare una ribattuta. L’assalto finale non porta però a nulla, Pandev e compagni sono vicini al capolinea.

IL TABELLINO
UCRAINA-MACEDONIA DEL NORD 2-1

Ucraina (4-3-3): Bushchan 7; Karavaev 6,5, Zabarnyi 6,5, Matvienko 6,5, Mykolenko 6,5; Shaparenko 6,5 (33’ st Sydorchuk 6), Stepanenko 6,5, Zinchenko 6,5; Yarmolenko 7,5 (25’ st Tsygankov 6), Yaremchuk 7 (25’ st Besedin 6), Malinovskyi 6,5 (46’ st Sobol sv). A disp.: Pyatov, Trubin, Krivtsov, Tymchyk, Sudakov, Marlos, Makarenko, Dovbyk. All.: Shevchenko 7
Macedonia del Nord (3-4-1-2): Dimitrievski 6; S. Ristovski 5,5, Velkovski 5,5 (40’ st Trickovski sv), Musliu 5,5; Nikolov 5,5 (1’ st Trajkovski 6,5), Ademi 6 (40’ st Ristevski sv), Spirovski 5,5 (1’ st Churlinov 6), Alioski 6,5; Bardhi 6 (32’ st Avramovski 5,5); Pandev 6,5, Elmas 5,5. A disp.: Jankov, Siskovski, Bejtulai, Hasani, Kostadinov, M. Ristovski, Radeski. All.: Angelovski 5,5
Arbitro: Rapallini (Argentina)
Marcatori: 29’ Yarmolenko (U), 34’ Yaremchuk (U), 12’ st Alioski (M)
Ammoniti: Shaparenko (U), Velkovski (M), Avramovski (M)

LE STATISTICHE
- L'Ucraina ha interrotto una striscia di sei sconfitte consecutive agli Europei con la seconda vittoria in assoluto nella competizione e la prima dopo il 2-1 contro la Svezia nel 2012.
- Oggi l’Ucraina ha segnato per la prima volta nel primo tempo di una gara degli Europei.
- Andriy Yarmolenko e Roman Yaremchuk sono la prima coppia in assoluto ad aver segnato in ciascuna delle prime due partite della propria squadra in una singola edizione del Campionato Europeo.
- Nessun giocatore ha segnato più di Andriy Yarmolenko e Roman Yaremchuk con l’Ucraina agli Europei, due reti come Andriy Shevchenko.
- Andriy Yarmolenko ha segnato in tre partite consecutive per l'Ucraina per la prima volta dall'ottobre 2016; è il primo giocatore a segnare in due presenze consecutive in un grande torneo internazionale per l'Ucraina da Andriy Shevchenko ai Mondiali 2006.
- Ruslan Malinovskiy ha tentato sei conclusioni contro la Macedonia del Nord: nessun giocatore dell’Ucraina ne ha mai tentate così tante una gara degli Europei.
- Solo uno dei cinque rigori calciati in questo Europeo è stato trasformato.
- Il difensore centrale ucraino Illia Zabarnyi è diventato solo il quarto giocatore di 18 anni o meno ad iniziare le prime due partite della sua Nazionale in un Campionato Europeo, dopo il belga Enzo Scifo nel 1984, l'inglese Wayne Rooney nel 2004 e l'olandese Jetro Willems nel 2012.

 

Europei ora per ora
Vedi tutte

Europei

  • CALENDARIO
  • CLASSIFICA
  • MARCATORI
GIORNATA
CLASSIFICA
MARCATORI
Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments