VERSO EURO 2020

Qualificazioni Euro 2020: poker per Belgio e Croazia, anche Mertens e Perisic partecipano alla festa

Il napoletano a segno nel 4-0 di San Marino, vicecampioni del mondo implacabili in Slovacchia. Cade la Polonia di Piatek

  • A
  • A
  • A

Il Belgio vince a San Marino e rimane a punteggio pieno nella corsa verso Euro 2020: finisce 4-0, con gli ospiti che solo nella ripresa (in gol anche Dries Mertens, appena entrato) arrotondano il punteggio dopo l'iniziale rigore arrivato solo al 43'. Anche la Croazia raccoglie un 4-0 esterno, ma in Slovacchia (il raddoppio è dell'ex interista Perisic). La Russia va a vincere 2-1 in Scozia, in Slovenia cade la Polonia di Piatek: finisce 2-0.

GIRONE C

Sono le due cenerentole del girone in cui Olanda e Germania si ritrovano un po' a sorpresa a inseguire l'Irlanda del Nord (soprattutto dopo il 4-2 degli Oranje in terra tedesca), così Bielorussia e Estonia giocano soprattutto per togliere quel fastidioso numero 0 dal tabellino dei punti in classifica. E l'impresa, a Tallin, viene centrata dagli ospiti. Nella ripresa è infatti Naumov a portare in vantaggio la Bielorussia al 48'. Il pareggio arriva già al 54' ed è opera di Sorga, quando poi sembra inevitabile che arrivi un punto ciascuno, è Skavysh a rompere gli equilibri segnando al 92' la rete che regala la gioia della vittoria alla Bielorussia.

GIRONE E

Continua la rincorsa della Croazia sull'Ungheria, con cui condivide la testa del girone ma con cui ha perso lo scontro diretto. E i vicecampioni del mondo mostrano i muscoli andando a vincere per 4-0 sul campo di un avversario certo non morbidissimo, come la Slovacchia. Nei primi minuti la sfida appare equilibrata, ma il sinistro di Vlasic che vale il vantaggio croato al 45' scompagina tutti i piani. Nella ripresa è infatti un monologo degli ospiti: al 47' l'ex interista Perisic raddoppia con un sinistro dalla distanza deviato in maniera decisiva dalla retroguardia slovacca, al 73' triplica Petkovic con una bella iniziativa personale e al 90' è Lovren a inzuccare in rete il pallone del poker. Vince senza convincere anche il Galles, che fa 2-1 in casa contro un Azerbaigian ancora malinconicamente a quota 0 punti. Al 27' è Pashaev a regalare il vantaggio ai britannici con un clamoroso autogol (un colpo di testa all'indietro a porta sguarnita), al 59' pareggia però Emrali e solo all'83' il solito Gareth Bale toglie le castagne dal fuoco per i suoi.

GIRONE G

La Polonia cade in Slovenia, ma non si fa male: la testa del girone rimane infatti saldamente nelle mani di Piatek e compagni, in virtù delle quattro vittorie raccolte nelle precedenti partite. A Lubiana i padroni di casa vincono 2-0, segnando un gol per tempo: al 35' ci pensa Struna, che su corner dell'atalantino Ilicic sfrutta una sponda di Sporar e va a segno di sinistro, al 66' segna quindi proprio Sporar su contropiede sloveno. Continua il periodo negativo di Piatek, schierato a fianco di capitan Lewandowski e ancora una volta rimasto a secco. Titolari anche Bereszynski e Zielinski. Slovenia che nonostante la vittoria rimane terza nel raggruppamento alle spalle dell'Austria, che batte per 6-0 la Lettonia e si porta a -3 dalla Polonia: l'ex interista Arnautovic sblocca subito al 7', Sabitzer raddoppia già al 13'. Nella ripresa poi lo stesso Arnautovic completa la personale doppietta su rigore (53'), arriva anche l'autogol di Steinbors (76'), prima che Laimer all'80' e Gregoritsch all'85' chiudano i conti.

GIRONE I

Fatica forse più del previsto, ma il Belgio non stecca a San Marino: all'Olimpico di Serravalle arriva un rotondo 4-0, con gli uomini di Roberto Martinez che rimangono a punteggio pieno e salgono a quota 15 punti nel loro girone. Non c'è partita, ma il formidabile Belgio fatica a sbloccare il punteggio: Batshuayi sbaglia tutto pochi secondi dopo il via, Benedettini regala alcune importanti parate e Januzaj colpisce anche una traversa. Serve quindi un rigore per non andare al riposo su uno 0-0 che sarebbe stato piuttosto clamoroso: è Palazzi a commettere fallo di mano sul tiro di Alderweireld e Batshuayi dal dischetto trasforma al 43'. Il Belgio accelera senza particolare fretta anche nella ripresa: al 56' segna Dries Mertens, da poco entrato in campo, grazie a un tocco a porta vuota su grande azione di Chadli. Proprio quest'ultimo cala il tris al 63', sfruttando un'indecisione di Benedettini. A tempo scaduto è quindi Batshuayi a completare la doppietta con un colpo di testa vincente. Autorevolmente seconda nel girone, la Russia soffre per un tempo a Hampden Park, ma poi va a vincere per 2-1 sulla Scozia. McGinn porta i padroni di casa in vantaggio all'11', grazie a un bel sinistro su cross di Fraser. Prima del riposo pareggia Dzyuba, che al 40' sfrutta nel migliore dei modi un'iniziativa di Golovin. E proprio quest'ultimo si ripete trovando anche l'assist per il gol del sorpasso, realizzato al 59' da Zhirkov. Scozia superata in classifica anche dal Kazakistan, che raccoglie un punto a Cipro ed è quindi terzo: finisce 1-1, con gli ospiti in vantaggio già dopo 2 minuti grazie a Shchetkin. Al 39' il pareggio di Sotiriou.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments