• Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

AFP

Foto 2

AFP

Foto 3

AFP

Foto 4

AFP

Foto 5

AFP

Foto 6

AFP

Foto 7

AFP

Foto 8

AFP

Foto 9

AFP

    Il gesto di Lilesa per il popolo Oromo

    Il pugno nero di Tommie Smith a Città del Messico 1968. E ora le braccia incrociate, stile manette, alla Mourinho. Feysa Lilesa, etiope medaglia d'argento nella maratona, non potrà tornare in patria: quel gesto mostrato a tutto il mondo sul traguardo del Sambodromo gli costerà caro. "Se torno in patria mi uccidono. O mi mettono in galera". Perché le manette di Lilesa, ripetute e reiterate, avevano un forte, fortissimo, valore simbolico. Era uno gesto di protesta nei confronti del governo dell'Etiopia, colpevole di bersagliare la popolazione Omoro, un gruppo etnico che vive al confine con il Kenya: "Ci ammazzano, ci mettono in prigione. Le persone spariscono: molti membri della mia famiglia non ci sono più, compreso mio padre", ha spiegato Lilesa. Il gesto delle braccia a X è quello usato dalla popolazione Oromo nelle proteste contro le forze dell'ordine. Scontri violenti: secondo Amnesty International 67 persone sono state uccise in quella regione nell'ultimo periodo. "Non posso tornare in Etiopia", ha spiegato Lilesa. "Resto qui in Brasile e cercherò di ottenere un visto per volare in America". Arrivato come atleta dell'Etiopia, Lilesa passa È arrivato ai Giochi da etiope, li lascia da rifugiato. "Vogliamo la pace. I paesi occidentali appoggiano il governo, che ruba la terra e ammazza le persone. Siamo disperati, ripeterò il mio gesto all'infinito".

    >
    Roger Federer (Getty Images)

    Atp Finals: Federer ancora vivo

    Thiem travolto in due set. Anche Anderson ok

    Ecco il luxury hotel di CR7 a Marrakech

    Il nuovo luxury hotel di CR7

    Ecco i primi rendering dell'albergo di Marrakech

    Italia in campo verso Portogallo e Usa

    L'Italia va di corsa

    A Coverciano seconda giornata di allenamenti verso Portogallo e Usa

    I giornali: martedì 13 novembre

    I giornali: martedì 13 novembre

    La rassegna italiana e internazionale

    Atp Finals, CR7 si dà al tennis

    Finals, CR7 si dà al tennis

    A Londra c'è anche Ronaldo in tribuna

    Italia, tutti agli ordini del Mancio

    Coverciano, Italia al lavoro

    Azzurri agli ordini del ct Roberto Mancini

    CR7, suite da 9mila sterline a notte

    Ronaldo, suite di lusso

    Il portoghese, dopo aver segnato al Milan, ha raggiunto Londra nella notte

    Panchina d'oro 2018 ad Allegri

    Panchina d'oro ad Allegri

    Quarto riconoscimento per il tecnico della Juventus