• Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

Panigale 959, Ducati punta sempre più in alto

Per il 2016 la supermedia Ducati cresce di cilindrata diventando ancora più versatile. La Ducati 959 Panigale segue le evoluzioni stilistiche già viste e apprezzate sulla sorella maggiore, la 1299 Panigale, e guadagna un motore ancora più godibile su strada e divertente in pista. Il nuovo bicilindrico da 955 cm il primo Superquadro omologato Euro 4, si presenta con un nuovo valore di corsa e numerosi altri interventi che hanno permesso di alzare tutta la curva di coppia, e aumentare la potenza massima, adesso pari a 157 CV a 10.500 giri/minuto. L’aumento di coppia, assieme all’incremento di potenza massima, non ha modificato le scadenze degli gli intervalli di manutenzione principali, per cui il controllo del gioco valvole è rimasto ogni 24.000 km. Il motore, estremamente fluido in accelerazione è, anche in questa versione, un elemento strutturale dell'innovativo telaio monoscocca in grado di assicurare un ottimo rapporto peso/potenza esaltando la rapidità e l’agilità grazie anche a un peso a secco della moto che, nonostante i vincoli strutturali imposti dalla normativa Euro 4, rimane di soli 176 kg. Anche sulla 959 ogni particolare è un tributo alla leggendaria tradizione sportiva nella quale Ducati affonda le proprie radici. Il cupolino più largo e il plexiglas più protettivo oltre a migliorare la penetrazione aerodinamica rendono il frontale della nuova 959 Panigale ancora più aggressivo, grazie anche alle prese d’aria anteriori di maggior sezione. Il nuovo codino, ora diviso in due parti, completa l’opera d’arte che è la carenatura della 959 Panigale, che vanta anche differenti prese d’aria laterali e nuovi specchietti retrovisori. Inoltre, la 959 Panigale è equipaggiata con pedane poggiapiedi ricavate dal pieno per offrire il massimo grip durante la guida. Il motore bicilindrico ad L di 90° Superquadro della 959 Panigale rappresenta un notevole passo avanti rispetto a quello precedentemente installato sulla 899 Panigale. Inoltre, quello della 959 Panigale, è il primo Superquadro a rispettare le norme antinquinamento EURO 4. Con i suoi 157 CV a 10.500 giri/minuto e con una coppia di 107,4 Nm a 9.000 giri/minuto, questo bicilindrico diventa ancora più godibile e fluido nell’erogazione. L’aumento di cilindrata è stato reso possibile grazie all’incremento della corsa del pistone, passata da 57,2 a 60,8 mm. Per ottenere il nuovo valore di corsa è stato ridisegnato l’albero motore, dotato anche di un inedito sistema di lubrificazione del perno di biella, mai utilizzato su un motore Superquadro.

>
Torino-Juventus, scintille tra Cristiano Ronaldo e Ichazo

Scintille Ronaldo-Ichazo

Il portoghese della Juventus ammonito dopo un contatto

Reims-Strasburgo, la Ligue 1 ricorda la strage

La Ligue 1 ricorda Strasburgo

Maglia speciale e minuto di silenzio

Serie A, Torino-Juve 0-1: le foto del match

Ronaldo stende il Torino

La Juve vince il derby con un rigore del portoghese: 1-0

Serie A, Inter-Udinese 1-0: le foto

Inter, ci pensa Icardi

I nerazzurri pieno l'Udinese grazie a un rigore di Maurito

Formula E: Da Costa fa felice la Bmw

Da Costa fa felice la Bmw

Il Mondiale Formula E è iniziato a Riad.

Sci: Gisin, bruttissima caduta

Sci: Gisin, bruttissima caduta

In Val Gardena schianto spaventoso per lo svizzero

I giornali del 15 dicembre

I giornali del 15 dicembre

La rassegna stampa dei quotidiani italiani ed esteri

Champions: il Porto guida la classifica degli incassi, Inter fuori dalla top10

Champions, chi ha guadagnato di più? Sorpresa Porto, Inter fuori dalla top 10

Tra premi Uefa e bonus di partecipazione, ecco le squadre più 'ricche' dopo i gironi

Sci, Innerhofer secondo sulla Saslong

Inner sfata il tabù Saslong

L'azzurro secondo nel supergigante in Val Gardena