Nfl, risarcimento milionario per Kaepernick

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

Alla fine Colin Kaepernick ha vinto la sua battaglia. L’ex quarterback dei San Francisco 49ers, divenuto famoso nel mondo perché si inginocchiava durante l'esecuzione dell'inno nazionale in segno di protesta contro le ingiustizie razziali a discapito degli afroamericani e contro le brutalità della polizia statunitense, è stato risarcito con una montagna di milioni di dollari dall’Nfl, a cui aveva fatto causa perché a suo dire è stato costretto a chiudere anzitempo la sua carriera pervia di una disparità di trattamento dovuta alle sue scelte da attivista.

Kaepernick aveva cominciato la sua protesta nel 2016 e in breve tempo era riuscito a coinvolgere anche molti altri giocatori. Un gesto che non piaceva al presidente Trump, il quale aveva chiesto ai proprietari Nfl di tagliare chi "contestava" l’inno, scatenando così l'opinione pubblica e trasformando il caso in politico. Nell’ottobre del 2017 Kaepernick ha poi cominciato la sua battaglia legale, assistito da avvocato di grido come Mark Geragos, che in passato aveva assistito Michael Jackson. Proprio il legale ha reso pubblico l’ultimo clamoroso sviluppo del caso: "Le parti hanno deciso di risolvere il contenzioso con un accordo privato confidenziale, sul quale non sono previsti ulteriori commenti". Insomma, l’Nfl ha ricoperto d’oro Kaepernick, pretendendo però il suo silenzio. Inoltre le modalità della presunta discriminazione restano segrete.

Ma quanto ha pagato la Nfl? Bleacher Report, citando fonti privilegiate, parla di una cifra tra i 60 e gli 80 milioni di dollari. Inoltre nel settembre del 2018 Kaepernick è stato scelto da Nike come testimonial e simbolo del trentennale dello slogan “Just do it”.

>
Venezia, il titolo è a un passo

Venezia, il titolo è a un passo

La Reyer fa valere il fattore campo, batte Sassari e porta la serie scudetto sul 3-2

Italia-Brasile (Getty Images)

Mondiali donne: Italia prima nel girone

Con il Brasile sconfitta 1-0 indolore

James Rodriguez (Getty Images)

James vicino al Napoli

Ancelotti riabbraccia il colombiano

Juve-Rabiot, è la volta buona?

Juve-Rabiot, è la volta buona?

Il francese, a lungo inseguito, adesso sembra vicino ai bianconeri

Semenya, imbattibile e discussa

Semenya, imbattibile e discussa

Non perde mai ed è al centro di un caso clamoroso. Ma Caster non si arrende

Un simulatore per tutti: anche i disabili possono guidare

Un simulatore per tutti: anche i disabili possono guidare

MC SIM MONZA ha realizzato il primo e unico simulatore di guida per disabili

Platini, dal Nancy alla Uefa

Platini, dal campo alla Uefa

La fotostoria della carriera di Michel

Adrenalina, emozioni e festa: la 24 Ore di Le Mans al box Kessel

Adrenalina, emozioni e festa: 24 Ore al box Kessel

A Le Mans abbiamo seguito da vicino il primo equipaggio tutto femminile al volante di una Ferrari

I giornali: 18 giugno

I giornali: 18 giugno

La rassegna stampa dei quotidiani italiani ed esteri