AL POLITECNICO

Sfida green a chi consuma meno

La Eco-marathon è una competizione organizzata ogni anno dalla Shell: quest'anno (in streaming) grandi soddisfazione per gli studenti italiani

  • A
  • A
  • A

La Shell Eco-marathon, progetto dedicato ai temi della mobilità, della tecnologia e dell’innovazione, quest’anno si svolge in modalità digitale. Al posto del tradizionale evento sui circuiti di gara, ci sarà un nuovo percorso per garantire alle squadre universitarie e delle scuole secondarie superiori europee la possibilità di applicare e di dimostrare, seppur da remoto, le proprie competenze ingegneristiche premiando il loro impegno attraverso una serie di “challenge” in cui confrontarsi ottenendo punti per la classifica finale.

Come parte delle competizioni in calendario, gli Off-Track Awards danno agli studenti l'opportunità di sfidarsi in diversi ambiti, tra cui sicurezza, comunicazione, innovazione tecnica e design del veicolo nelle categorie "Urban Concept" e "Prototype". Si tratta della terza prova del 2021 Virtual Programme, conclusa a marzo.

Alla cerimonia di premiazione degli Off-Track Awards che si è tenuta pochi giorni fa, l’Italia è salita sul podio virtuale con il Team H2politO del Politecnico di Torino, che si è aggiudicato il secondo posto nella categoria “Simulate to innovate”.

L’idea del Team ha riguardato la progettazione, dal concept alla realizzazione, dei bracci sospensivi in Additive Manufacturing[3] dell’Urban Concept JUNO – la monoposto costituita da una monoscocca in fibra di carbonio e dotata di un motore a combustione interna alimentato a bioetanolo, che aveva fatto il suo esordio in pista alla Shell Eco-marathon Europe nel 2019.

“La trasformazione in ‘virtuale’ della competizione e la possibilità per il Team di continuare la sua attività, anche in laboratorio, ha consentito comunque di ottenere questo importante riconoscimento agli Off Track Awards. Oggi questo rappresenta una grande soddisfazione per tutti noi, sperando di tornare presto a gareggiare in pista!”, dichiara la professoressa Massimiliana Carello – Professore aggregato e ricercatore del Politecnico di Torino e Faculty Advisor del Team.

L’annullamento della competizione fisica negli anni 2020 e 2021 non ha ostacolato infatti il Team che, con nuove regole di distanziamento, è tornato a frequentare i laboratori del Politecnico lavorando in piccoli gruppi o da casa, testando il veicolo nei parcheggi dell’ateneo o su piste limitrofe in modo da implementare le scelte tecniche e mantenere vivo lo spirito di squadra che contraddistingue il gruppo da sempre.

 “Il progetto del Team H2politO è stato particolarmente apprezzato dai giudici per l’efficienza e il flusso di lavoro, dalle simulazioni MBD all'ottimizzazione strutturale” commenta Valeria Contino, Responsabile Relazioni Esterne di Shell Italia. “Il successo della Shell Eco-marathon, che ha registrato anche nel 2021 una numerosa partecipazione di Team da tutta Europa, testimonia la volontà di questi giovani studenti di trasformare un momento difficile in un’interessante opportunità per continuare a imparare e a innovare insieme”.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments