RICARICA SUPERFAST

Milano, servizio pubblico sempre più elettrico

Arriva un'innovativa stazione di ricarica superfast per i bus a impatto zero di ATM, la prima di quattordici entro fine anno

  • A
  • A
  • A

Il futuro green a Milano è sempre più presente. La mobilità elettrica interessa il servizio pubblico e da oggi gli autobus della città hanno una “colonnina” avveniristica. Non resterà la sola e detta la direzione che seguirà Milano da qui a fine anno. Ecco l'innovativa stazione di ricarica superfast per i bus a impatto zero di ATM, la prima di quattordici entro fine anno.

La potenza dei charger hi-tech è di 200 kW: in 8 minuti i mezzi guadagnano 200 km di autonomia che è la distanza percorsa mediamente in una giornata. E' sufficiente che il bus si fermi nell'apposito spazio e senza agganci, ma attraverso un comando Wi-Fi tramite l'utilizzo di un pantografo, avviene la ricarica.

Saranno tre i luoghi strategici per la realizzazione delle nuove stazioni di ricarica: sei in viale Zara, quattro in Piazza IV Novembre e quattro in Piazza Bottini, a Lambrate. La prima di queste sarà utilizzata inizialmente per le linee 51, 60 e 82.

Queste quattordici stazioni si uniscono a quelle già esistenti. Attualmente sono 85 i mezzi a batteria in uso a Milano, ma entro la fine dell'anno saliranno a 170. Entro il 2030, quando tutti i mezzi in servizio saranno a zero emissioni, l'ATM potrà arrivare a risparmiare 30 milioni di litri di gasolio e 75.000 tonnellate di CO2 all'anno.

Entro il 2021 ATM avrà in dotazione nella sua flotta 170 bus elettrici a impatto zero, che si aggiungono ai 153 bus ibridi e ai 3 bus a idrogeno.

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments