RIVOLUZIONE GREEN

La Gran Bretagna verso la rivoluzione green

Entro il 2030 al bando veicoli diesel e benzina

  • A
  • A
  • A

La Gran Bretagna spinge sull’acceleratore dell’ecosostenibilità ed è il primo Paese in Europa ad annunciare la messa al bando di diesel e benzina entro il 2030, anticipando di dieci anni il termine dell’obiettivo. Il piano in dieci punti, chiamato “una rivoluzione industriale verde”, verrà enunciato in Parlamento dal Premier Boris Johnson; 250 mila i posti di lavoro che si verranno a crearsi, confermando l’impegno delle “zero emissioni” della Gb entro il 2050.

Nel piano viene indicato anche come i veicoli ibridi potranno a circolare nel Regno Unito fino al 2035, anche se, va detto, sui media sono trapelate diverse contestazioni di produttori, industriali e commercianti del settore automobilistico.

Sulla promessa rivoluzione il Governo britannico ha già detto apertamente che spera di trovare in Joe Biden una sponda e che metterà in campo investimenti per 1,3 miliardi di sterline nel prossimo decennio per finanziare l’installazione di postazioni diffuse per il caricamento delle batterie delle auto elettriche presso i caseggiati e lungo le strade, 582 milioni di prestiti a fondo perduto per l'acquisto nella fase intermedia di veicoli a bassa o nulla emissione; 500 milioni in stanziamenti per la riconversione di linee industriali soprattutto nelle fabbriche dell'auto e dell'indotto delle Midlands e del nord-est dell'Inghilterra.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments