E-PLANET

Il DTM si prepara alla rivoluzione elettrica: batterie all'idrogeno

Batterie all'idrogeno e tecnologia del futuro. Gerhard Berger anima del progetto.

  • A
  • A
  • A

Anche il DTM tedesco, il più importante per vetture turismo, sta progettando un futuro elettrico. Il primo step sarà il passaggio a motori ibridi nel 2022, ma la serie diretta dall'ex ferrarista Gerhard Berger guarda ancora più in avanti. 

Partendo dalla considerazione che le principali case automobilistiche tedesche sono già impegnate in Formula E, che si corre con batterie agli ioni di litio, sfruttando la pista come laboratorio per la produzione, l'idea di Berger è quella di spingere in un'altra direzione, quella delle batterie a celle di idrogeno, posizionate nella parte più sicura del telaio.

L'idea è effettuare pit stop completamente automatizzati, con robot che sostituiscono le batterie esauste e effettuano il cambio gomme. Un salto triplo nel futuro delle corse, con macchine in grado di sviluppare 1000 cavalli e superare i 300 chilometri orari di velocità massima. Per ora si tratta di realtà virtuale, ma l'dea è arrivarci il più presto possibile

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments