Rally Montecarlo: è sempre Ogier, gode la Citroen

Seb respinge la rimonta di Neuville e vince per la settima volta

di
  • A
  • A
  • A

E' sempre Sebastien Ogier il più forte a Montecarlo: il francese, campione del mondo in carica, ha vinto l'87.esima edizione del rally più famoso. Settima affermazione personale per il pilota di casa Citroen che ha eguagliato Loeb (quarto al volante della Hyundai i20) nell'albo d'oro. Grande vittoria per Ogier che ha regolato di soli 2 secondi e due decimi Thierry Neuville dopo una grande battaglia. Terzo gradino del podio per Tanak (Toyota).

Volkswagen, Ford e Citroen: cambiano le macchine, ma il risultato è sempre lo stesso. Sebastien Ogier non ha rivali sull'asfalto insidioso e ghiacciato dei dintorni del Principato. Il campione del mondo, al debutto al volante della C3, è stato semplicemente il più regolare nei quattro giorni di gara e non ha sbagliato praticamente nulla. Una vittoria speciale perché nell'anno del centenario della casa francese è arrivata la 100esima affermazione nel Mondiale rally. Un bellissimo modo di iniziare la stagione: Ogier è ancora l'uomo da battere.

Seconda posizione per Thierry Neuville che non è riuscito in una clamorosa rimonta dopo aver perso circa 20" nella giornata di venerdì per un lungo. Il belga della Hyundai i20 è arrivato alla partenza della power stage con soli quattro decimi di ritardo, ma negli ultimi 13 km non è riuscito nel sorpasso. A chiudere il podio Tanak che, dopo la foratura di venerdì, si è letteralmente scatenato vincendo addirittura tutte e quattro le speciali di sabato. L'estone ha impressionato e km dopo km si è riconquistato il podio: peccato perché avrebbe potuto giocarsi la vittoria.

Bene anche Loeb che non ha sofferto più di tanto il passaggio dai 40 gradi e dalla sabbia del Cile ai 0 gradi e al ghiaccio francese. Seb ha preso confidenza con la sua Hyundai, con cui era al debutto, e ha imparato molto per il futuro. La casa coreana può vantare sicuramente sulla coppia più forte del Mondiale.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments