DAKAR

Dakar: Sunderland e Al-Attiyah vincono tra le moto e tra le auto

I due gestiscono i rispettivi vantaggi sui diretti inseguitori, rendendo “inutili” i successi nell’ultima tappa da parte di Quintanilla e Lategan

  • A
  • A
  • A

Nessuna sorpresa nell’ultima giornata della Dakar 2022. Sam Sunderland conserva il comando nei 163 chilometri della dodicesima tappa (da Bisha a Jeddah) ed è il nuovo campione della categoria moto; inutile la vittoria di Pablo Quintanilla per recuperare lo svantaggio al britannico della GasGas. Danilo Petrucci è 32°. Ancora più facile la gestione di Nasser Al-Attiyah, che conquista su Toyota il quarto titolo delle auto; la frazione va a Lategan.

Getty Images

MOTO

Sam Sunderland succede all’argentino Kevin Benavides tra i vincitori della Dakar, categoria Moto. È il secondo titolo per il pilota inglese (dopo quello del 2017) che ha sempre fatto parte del team KTM ma in questa stagione è passato alla GasGas per fare spazio proprio a Benavides. Come previsto, i 163 chilometri dell’ultima giornata non sono stati sufficienti a Pablo Quintanilla (Honda) per superare i 6 minuti e 52 secondi dietro al britannico. Il cileno ci ha provato, vincendo anche l’ultima tappa di questa edizione, ma ha ottenuto solo 3’25’’ di vantaggio dal britannico, giunto ottavo. Il podio è stato completato l’australiano Toby Price (KTM) e dall’altro cileno Josè Ignacio Cornejo Florimo (Honda). Danilo Petrucci (KTM) ha concluso questa Maratona del Deserto in 32esima posizione. Una vittoria significativa quella di Sunderland perché è il primo con il marchio GasGas, in un rally raid che ha saputo interpretare nei momenti difficili al meglio. Nella classifica generale impone così 3’27” di margine su Quintanilla e 6’47” sull’austriaco Matthias Walkner.

AUTO

Dopo l’ultimo successo finale ottenuto nel 2019, Nasser Al-Attiyah si laurea ufficialmente per la quarta volta campione del Rally Dakar nella categoria auto. La certezza aritmetica (oramai mancava veramente solo quella) arriva sul traguardo della Bisha-Jeddah. Il qatariano della Toyota ha letteralmente dominato la scena per tutti i giorni previsti di questa edizione e ora finalmente può festeggiare: alla fine è di 27 minuti e 46 secondi il vantaggio complessivo accumulato su Sébastien Loeb e più di un’ora su Yazeed Al-Rajhi. Il tutto in un’ultima tappa che vede Henk Lategan regalare un nuovo acuto a Toyota, che chiude in vetta anche la classifica generale. Il teammate di Al-Attiyah svetta nel segmento conclusivo con 49 secondi di vantaggio sul francese Stéphane Peterhansel (Audi) e oltre un minuto sul connazionale Brian Baragwanath (Century Racing). Loeb chiude quarto (+2’20’’) senza avere alcuna chance per potere impensierire minimamente Nasser Al-Attiyah, padrone indiscusso della Dakar 2022.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti